« Torna indietro

posteggiatore abusivo

Catania, ancora posteggiatori abusivi, attivata informazione diretta con l’INPS

Nella giornata odierna, il Questore di Catania ha emesso un provvedimento di Divieto di Accesso nel Centro Urbano (il cd. “D.A.C.Ur.”) inibendo a un irriducibile parcheggiatore abusivo, recentemente sanzionato per ben 4 volte, l’accesso per la durata di mesi 12 nell’area ricompresa tra questa via S. Euplio, via Argentina, via Andronico e, via A. Litrico.

Nella giornata odierna, il Questore di Catania ha emesso un provvedimento di Divieto di Accesso nel Centro Urbano (il cd. “D.A.C.Ur.”) inibendo a un irriducibile parcheggiatore abusivo, recentemente sanzionato per ben 4 volte, l’accesso per la durata di mesi 12 nell’area ricompresa tra questa via S. Euplio, via Argentina, via Andronico e, via A. Litrico.

Il provvedimento si è reso necessario poiché l’uomo, un catanese di 31 anni, ha pervicacemente continuato a esercitare la suddetta illecita attività nelle vicinanze delle fermate dell’autobus del trasporto pubblico, impedendo di fatto il regolare deflusso del traffico veicolare nell’aerea, costituendo un turbamento per la sicurezza e la tranquillità pubblica nella zona.

Oltre all’attività sanzionatoria (che prevede anche la denuncia penale in presenza di recidiva), all’attività di prevenzione (esercitata con i continui controlli e l’applicazione di misure di prevenzione quali l’Avviso Orale o il D.A.C.UR.) la Polizia di Stato ha anche attivato una prassi d’informazione diretta con l’INPS, a cui pervengono, anche da parte delle altre Forze di polizia, le informazioni sulle attività di accertamento su strada che in quella sede vengono incrociate con i dati relativi alla concessione del Reddito di Cittadinanza.

In casi come quello dell’esercizio illegale dell’attività di “guardiamacchine”, infatti, il beneficio di sostegno economico è del tutto illegittimo e viene immediatamente iniziato l’iter per la revoca e il recupero delle somme illegalmente percepite.

x