« Torna indietro

autorizzazioni

Taglia una pianta e costruisce senza autorizzazioni: cerca di incastrare il geometra

Taglia una pianta e costruisce senza autorizzazioni. Militari della stazione Carabinieri forestale di Borgo San Lorenzo, in località San Cresci Istieto nel Comune di Borgo San Lorenzo, constatavano la realizzazione in area agricola, di un manufatto con struttura in legno, di dimensioni di circa tre metri per sei metri e dell’altezza di circa tre metri, senza opere in muratura né movimenti terra.

I Carabinieri forestali accertavano anche l’esecuzione di recinzioni per uno sviluppo lineare complessivo di 450 metri, di un cancello in metallo e il taglio di una pianta di specie quercina, non ricadente in area boscata.

La pianta era stata recentemente tagliata e il fusto era stato utilizzato per agevolare il passaggio dei mezzi meccanici dalla strada al terreno agricolo, in cui era ubicato il manufatto.

Sul posto vi era, oltre al tronco, anche la ramaglia, e questo permetteva di verificare che la pianta non fosse secca ma non veniva esibita nessuna documentazione che avesse consentito il taglio della pianta.

Il proprietario del terreno, nonché committente dei lavori, riferiva di aver realizzato la struttura a fini amatoriali, per ricovero cavalli, affermando di disporre di tutti i permessi del caso e che la pratica era stata curata dal proprio tecnico di fiducia ma, al momento, non era in grado di esibire l’atto abilitativo.

Scarica la colpa sul geometra, ma mancano le autorizzazioni

Il geometra interpellato, pur confermando l’incarico ricevuto, dichiarava che il committente aveva iniziato i lavori in assenza della necessaria documentazione che abilitasse la realizzazione del manufatto.

Il manufatto era dunque stato compiuto in area sottoposta a vincolo idrogeologico, a vincolo paesaggistico e in area di protezione storico ambientale, senza i necessari titoli abilitativi.

In particolare in assenza dell’autorizzazione paesaggistica e in assenza del permesso a costruire previsto dal Testo unico sull’edilizia.

Anche il taglio della pianta era stato eseguito in assenza della necessaria autorizzazione prevista dalla Legge Forestale della Toscana.

Il proprietario del terreno è stato dunque denunciato all’autorità giudiziaria per aver effettuato interventi edilizi in area vincolata, senza la prescritta autorizzazione.

Edizioni

x