« Torna indietro

Concorso: La pandemia vista dagli studenti dei licei

Il concorso artistico “Riflessi.Mosca-Roma 2020”, promosso dall’Ambasciata italiana a Mosca assieme a ScuolediRoma.it e all’organizzazione moscovita “Anima”, vede salire sul podio 8 studenti.

Il concorso artistico “Riflessi.Mosca-Roma 2020”, promosso dall’Ambasciata italiana a Mosca assieme a ScuolediRoma.it e all’organizzazione moscovita “Anima”, vede salire sul podio 8 studenti. Una mostra virtuale propone un anno di pandemia attraverso 423 opere pittoriche realizzate dagli studenti dei licei artistici di due grandi capitali.
“Abbiamo voluto offrire ai ragazzi e alle ragazze la possibilità di esprimere, attraverso l’arte, le emozioni, i sentimenti e i pensieri vissuti in questo anno così difficile – spiega Karen Lawrence Terracciano, moglie dell’Ambasciatore italiano in Russia, Pasquale Terracciano. Che aggiunge come “lo scopo finale del concorso sia la diffusione dell’arte figurativa contemporanea, la ricerca e la promozione degli artisti di talento, lo sviluppo delle prospettive della loro crescita professionale, il richiamo dell’attenzione pubblica all’istruzione nel campo dell’arte”.
I lavori, visibili sul sito contest2020.anima.moscow/#/it/ in una sorta di galleria virtuale, indagano le emozioni e i pensieri generati da un anno che ha visto la maggior parte dei ragazzi chiusi a casa e non sui banchi o nei laboratori scolastici. Una giuria mista – italiana e russa – è stata chiamata a valutare le opere ed a scegliere le vincitrici. Una classifica non facile da proclamare per Marina Loshak, direttrice del Museo Puskin; Teresa Iarocci Mavica, Commissario del Padiglione russo alla Biennale di Venezia; Daria Pushkova direttrice del Centro russo di Scienza e Cultura di Roma; Flaminia Giorda, dirigente del Ministero dell’Istruzione e Daniela Rizzi, direttrice dell’Istituto italiano di cultura a Mosca.

In particolare per Roma e Mosca hanno vinto il primo, secondo e terzo premio rispettivamente: il Liceo Artistico Ripetta e l’Istituto d’Arte di Mosca; l’IIS Via dell’Immacolata di Civitavecchia e la Scuola 548 “Tsaritsino”; l’IIS Frammartino di Monterotondo e il Collegio delle arti musicali e teatrali Vishnevskaya. “Tutte le opere ci hanno trasmesso emozioni forti e commoventi – dice Elisabetta Salvatorelli di ScuolediRoma.it – ed è stato importante, a scuole chiuse, far uscire i giovani artisti fuori dai confini delle loro case”.

Edizioni

x