« Torna indietro

Salernitana di misura sul Brescia, il sogno continua

Per la Salernitana il sogno continua. Battendo di misura il Brescia, con le rondinelle che speravano di inserire in extremis nella zona che conta della classifica, la squadra granata diretta da Castori consolida la terza posizione in graduatoria generale. Più vicino il Lecce, lontano l’Empoli, con la possibilità di sperare anche più dei semplici play-off. All’Arechi, più Salernitana che Brescia. Le rondinelle degli ex Ragusa e Donnarumma non entrano mai in partita. E’ la Salernitana a dettare il gioco in campo e al 22′ della prima frazioend i gioco arriva la rete del vantaggio. Al 25’ su azione d’angolo dalla destra di Anderson, Bogdan svetta più in alto di tutti e di testa supera Joronen. Nella ripresa il copione non cambia. Al 22’ Tutino si libera in area di rigore e calcia a giro con palla di poco alta sulla traversa. Nel finale è il neo entrato Cicerelli a creare imbarazzi alla retroguardia lombarda, con il portiere bresciana che riesce ad evitare passivi più pesanti.

SALERNITANA-BRESCIA 1-0

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyomber, Veseli; Casasola, Coulibaly (45′ st Schiavone), Di Tacchio, Anderson (20′ st Capezzi), Jaroszynski(39′ st Kupisz); Gondo (20′ st Djuric), Tutino (39′ st Cicerelli). In panchina: Adamonis, Durmisi, Mantovani, Sy, Boultam, Kiyine, Kristoffersen. Allenatore: Castori.

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Karacic, Cistana, Chancellor, Martella (35′ st Ghezzi); Bisoli (9′ st Ndoj), Van de Looi (9′ st Labojko), Bjarnason; Jagiello(9′ st Donnarumma); Ayè, Ragusa (24′ st Pajac. In panchina: Kotnik, Mateju, Mangraviti, Papetti, Fridjonsson. Allenatore: Clotet.

ARBITRO: Santoro di Messina

RETE: 25′ pt Bogdan

NOTE. Serata fredda, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Gondo, Ayé, Ndoj, Chancellor. Angoli: 7-3. Recuperi: 0’ pt; 4’st.

Edizioni

x