« Torna indietro

Gela, allarme sociale in città. Ferma condanna del Sindaco e dell’Amministrazione

Siamo molto preoccupati dai gravissimi episodi che si sono registrati negli ultimi giorni a Gela, in una escalation che non può non inquietare e non indurre ad una profonda riflessione sull’allarme sociale in città.

Il riferimento è all’ennesimo atto vandalico al PalaCossiga e ai numerosi incendi di vetture, fino ad arrivare all’atroce gesto nei confronti di un cucciolo di pitbull e al ritrovamento di un uomo privo di vita al Villaggio Aldisio.

Fermo restando che ci sono indagini in corso sui quali vige il massimo riserbo, la condanna nei confronti di qualunque gesto criminale non può che essere forte e unanime.

Per quanto riguarda la vicenda del cagnolino finito nel mirino di tre ragazzini che hanno cercato di impiccarlo, c’è da restare inorriditi di fronte a tanta violenza ad opera di minori, ma c’è sicuramente anche da interrogarsi su cosa stia succedendo nella mente di tanti giovani e giovanissimi che finiscono per trovare il loro passatempo in azioni a dir poco macabre.

Abbiamo seguito l’evolversi della vicenda sperando in un lieto fine, in una guarigione totale e in un affido ad una famiglia amorevole, e apprendere della morte di Tyrion ci ha addolorati.

Non esiste una vita che abbia meno valore di un’altra, e non possiamo non chiederci fin dove possa spingersi un individuo capace di mettere il cappio al collo di un cane innocente, non vogliamo pensare cos’altro sarebbe in grado di fare nei confronti di altri esseri, umani o animali che siano. Confidiamo, pertanto, in un intervento deciso e tempestivo delle forze dell’ordine, pronti ad attivare i nostri Servizi Sociali qualora ci venisse richiesto.

Un ringraziamento va ai cittadini che hanno fermato i violenti e ai volontari dell’associazione “Vita randagia”, che hanno salvato il cucciolo, intervenendo tempestivamente sul posto e disponendone il trasferimento in una struttura specializzata.

Tutti questi episodi, possiamo assicurarlo, non passeranno sotto silenzio, e appena possibile li porteremo anche all’attenzione del Questore e di Sua Eccellenza il Prefetto. Nei prossimi giorni, inoltre, sarà cura del Sindaco incontrare l’associazione Vita randagia per avviare una collaborazione fattiva sul territorio.

Il Sindaco Lucio Greco e l’amministrazione comunale

Edizioni

x