« Torna indietro

Individuati gli hub di primo livello, la campagna vaccinale di massa può partire anche a Lecce

“Siamo pronti in città all’avvio della campagna vaccinale di massa, che partirà a pieno ritmo entro aprile, secondo le previsioni della struttura commissariale guidata dal Generale Figliuolo”. Con queste parole affidate ad un post sul suo profilo Facebook, il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, ha annunciato un’importante svolta per la partenza della campagna vaccinale di massa anche nel capoluogo salentino, dando indicazioni importanti su quali saranno gli hub in cui i cittadini potranno vaccinarsi. “In queste oreprosegue Salveminisi è concluso un approfondito lavoro di individuazione degli hub vaccinali di primo livello e degli altri luoghi, che potranno essere raggiunti dai cittadini quando le dosi a disposizione ci consentiranno la partenza di questa seconda fase. Dopo un confronto che ci ha visto dialogare con Regione, Asl, Forze Armate, Coni”.

Campagna vaccinale di massa a Lecce, ecco quali saranno gli hub

Proprio oggi, come dichiarato dall’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco, è stato attivato l’hub, per la campagna vaccinale pugliese, in Fiera del Levante. Lecce, non vuole farsi trovare impreparata e Salvemini prosegue così nel suo post: “A servizio del nostro distretto, il cui territorio coincide sostanzialmente con quello dell’Ambito Sociale (Lecce e altri nove comuni contermini) sono stati individuati questi hub vaccinali: la caserma Zappalà, della Scuola di Cavalleria; il Palasport provinciale di via Caduti di Nassirya; gli spazi del Museo Castromediano in Viale Gallipoli. Inoltre per i medici di medicina generale che vorranno utilizzare spazi pubblici i centri sociali comunali di Via Matera e di Via Ofanto. Altri luoghi – pubblici e privati – pur potenzialmente idonei sono stati esclusi per una serie di valutazioni e complessità. Abbiamo il dovere di impegnarci al massimo e di fare prima possibile, utilizzando bene e in maniera equa – cioè a partire dai soggetti fragili e dalle classi di età più avanzate – i vaccini che via via si renderanno disponibili. L’esperienza dei paesi che sono più avanti di noi, come Israele e il Regno Unito, dimostrano la straordinaria efficacia della campagna vaccinale, che ha consentito di abbattere decessi e ricoveri in poco tempo, e di tornare gradualmente ad una vita sociale più vicina alla normalità. Invito dunque – conclude– ad avere fiducia: usciremo anche da noi da questa emergenza il prima possibile”.

Edizioni

x