« Torna indietro

nove

Sanzioni anti Covid tra Lecce e Surbo. In tre sorpresi a mangiare in un ristorante

Non si ferma l’attività delle forze di polizia della Provincia di Lecce nell’elevare sanzioni anti Covid laddove si riscontrano violazioni delle attuali normative vigenti per il controllo della crisi pandemica in atto. Dopo l’episodio avvenuto nelle scorse ore sul lungomare di Torre San Giovanni, altre sanzioni anti Covid sono state elevate tra Lecce e zone limitrofe. Nella serata di ieri, infatti, a Surbo, un’attività di ristorazione è stata sanzionata perché nel corso dell’intervento di controllo i carabinieri hanno sorpreso tre clienti intenti a cenare, in violazione delle norme in vigore. Sono state elevate sanzioni amministrative per 1.600 euro e disposta la sospensione dell’attività per 5 giorni.

Sanzioni anti Covid anche per un’azienda di Lecce

boville
Foto di archivio

Altro giro, altre sanzioni anti Covid questa mattina a Lecce. I carabinieri della Compagnia del capoluogo salentino, infatti, in collaborazione con il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Lecce, Spesal Lecce Nord e ITL di Lecce, hanno eseguito una ispezione all’interno di un’attività commerciale, dopo che si erano verificati diversi casi di contagio da Covid-19. Al lavoro erano presenti 15 dipendenti di tre diverse ditte. Sono state rilevate tre violazioni amministrative per un importo totale di 2.400 euro in quanto, i responsabili aziendali, non avevano formato e informato i lavoratori dipendenti della carenza di materiale igienizzante e non erano state adottate misure sufficienti per prevenire il contagio vista l’assenza dei servizi igienici dedicati al personale esterno come i fornitori.

x