« Torna indietro

Servizio raccolta rifiuti, incontro con i capigruppo consiliari. Greco, confronto costruttivo. Gestione in house, ancora dubbi

In vista dell’assemblea dei soci della SRR4 convocata per domani, per tornare sull’ipotesi dell’internalizzazione della gestione del servizio di raccolta dei rifiuti, il Sindaco Lucio Greco ha voluto, ieri pomeriggio, confrontarsi nuovamente con i capigruppo consiliari, per arrivare ad una posizione univoca e condivisa.

All’incontro, che si è svolto in aula consiliare, hanno preso parte il neosegretario generale Giuseppe Torre, gli assessori, il presidente del consiglio comunale Totò Sammito, la dirigente Grazia Cosentino, il presidente del collegio dei revisori dei conti, e tutti i capigruppo. Una cosa è certa: così non si può andare avanti. La Tekra ha detto chiaramente che non ha alcun interesse a restare nei Comuni della Srr e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Servizio raccolta rifiuti, incontro con i capigruppo consiliari. Greco, confronto costruttivo. Gestione in house, ancora dubbi | DayItaliaNewsGela

“Una buona amministrazione deve saper garantire i servizi essenziali che migliorano la vita dei cittadini – ha detto il Sindaco in apertura – acqua e raccolta dei rifiuti in primis. Se la gestione in house ci garantisse il secondo punto senza alcuna ombra di dubbio non esiterei a dire di sì, ma così non è. La proposta è stata, finora, presentata in maniera superficiale e affrettata, con pochi approfondimenti sotto il profilo delle ricadute occupazionali e dei costi per l’Ente”.

A supportare le dichiarazioni del Sindaco è stato il segretario Torre, secondo cui vero è che, passando ad una gestione in house, il Comune non dovrebbe assumere e pagare materialmente alcun dipendente, ma dovrebbe comunque sobbarcarsi costi che andrebbero ad incidere sulle casse e sui bilanci comunali.

Servizio raccolta rifiuti, incontro con i capigruppo consiliari. Greco, confronto costruttivo. Gestione in house, ancora dubbi | DayItaliaNewsGela

Ad oggi, nell’ambito della SRR, non sono stati fatti dei passaggi propedeutici fondamentali, per cui non si è in grado di dire se tale soluzione possa essere vantaggiosa per la città, e considerato che si sta parlando di un servizio della durata di sette anni si deve andare coi piedi di piombo. “Nessuno, allo stato attuale – ha concluso Torre – può fornire garanzie sul fatto che la qualità del servizio migliorerà”.

In chiusura, il sindaco Greco ha ringraziato tutti per i toni distesi e concilianti e il confronto sano e costruttivo, anche con l’opposizione: “Lo vedo di buon auspicio per la città” ha concluso.

Edizioni

x