« Torna indietro

Morto Ivo Bovolenta, primo nato, maschio, di Littoria

Dopo Maria Cortulia, e amabile Altobello, che ci hanno lasciato ai primi dell’anno, a distanza di 20 giorni l’una dall’altra, ieri è venuto a mancare anche il signor Ivo Bovolenta.

Tre nomi, quelli appena citati, che forse non dicono molto, ma che sono accomunati da un principio comune: erano i primi tre bambini registrati all’anagrafe del neonato comune di Littoria, come si chiamava Latina allora.

Ora, addentrarci nell’intricato mistero di chi sia venuto al mondo per primo tra i tre, onestamente sarebbe complicato oltre che fuori luogo.

Di certo il signor Bovolenta, intervistato qualche anno fa, intervista che vi riportiamo in pagina, è stato il primo maschietto iscritto all’anagrafe di Littoria.

Era nato il 3 gennaio del 1933 da una famiglia che arrivava da lontano, per la precisione dal Polesine, nella zona di Rovigo. Sua mamma affronta il viaggio, non certo comodo come quelli odierni, dal Veneto, già incinta.

Passa la sua vita a Borgo Carso, tutta la vita. Una vita fatta anche di sofferenze, con la seconda guerra mondiale che vive, già bambino, spostandosi con la numerosa famiglia in cerca di un posto sicuro. E dopo la guerra, ormai ragazzetto, è uno di quelli che si rimboccano le maniche per ricostruire, per ripartire.

Il suo nome resterà per sempre legato e Latina, anzi come ci tiene a specificare lui stesso nella video intervista che alleghiamo, a Littoria, e al suo borgo, che non ha mai lasciato e che, siamo sicuri, mai si dimenticherà di lui.

Edizioni

x