« Torna indietro

Scuole paritarie ignorate dal Decreto Sostegni. Speranzon (FdI): “Decisione inaccettabile. Presa di posizione puramente ideologica”

25.3.2021 – “Credo sia inaccettabile che il Governo Draghi nel Decreto Sostegni abbia ignorato il destino della scuole paritarie: parliamo di realtà che servono oltre il 10% degli alunni del sistema scolastico nazionale, e per quanto riguarda le scuole dell’infanzia arrivano a coprire più del 70% della necessità nazionale. Credo che solo una presa di posizione ideologica contro il mondo delle scuole non statali possa aver portato a una simile decisione”: il capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale Raffaele Speranzon analizza così la scelta nazionale in tema di sostegno al mondo scolastico in questo momento emergenziale.

“La Regione Veneto è da sempre vicina al mondo delle scuole paritarie: nel 2020, sono stati erogati contributi regionali per il loro funzionamento pari a oltre 30 milioni di euro, a cui si è aggiunto il contributo straordinario di 4,5 milioni per fronteggiare l’emergenza Covid”, sottolinea Speranzon. “Riteniamo le scuole paritarie componenti fondamentali del sistema dell’istruzione, educazione e formazione italiano, visto anche come quasi il 40% dei bambini in Veneto frequenti nidi o materne non statali; evidentemente, l’ideologia di sinistra di Pd e 5 Stelle ha avuto la meglio sui reali bisogni dei territori e dei cittadini. Spiace che questo tema sia sfuggito agli alleati del centrodestra che, in Regione e a livello nazionale, ci sono sempre stati a fianco su questo tema”.

“Grazie all’impegno del nostro assessore Elena Donazzan, della vicenda sarà investita anche la Commissione delle Regioni e delle Province autonome per portare la questione al tavolo di confronto con il Governo”, conclude Speranzon. “Fratelli d’Italia si batterà affinché il decreto venga modificato, assegnando anche alle scuole paritarie i fondi per superare questa emergenza: non si tratta di assistenzialismo, ma di garantire alle famiglie un servizio fondamentale per la crescita educativa e sociale dei nostri bambini”.

x