« Torna indietro

“IL CONFRONTO CON CHI LAVORA PER TROVARE SOLUZIONI DA FASTIDIO A QUESTA AMMINISTRAZIONE”

Comprendiamo il fastidio dell’amministrazione comunale di Piombino e delle forze politiche di destra che la sostengono per gli annunci di questi giorni sulla sanità. 
Sinceramente.
Due anni fa avevano annunciato la liberazione della città e l’abbattimento del muro di Piombino e dopo due anni ancora non esiste uno straccio di idea o progetto di città e di territorio. 
Una qualsiasi visione che segni quella discontinuità di cui tanto hanno parlato nei mesi della facile campagna elettorale sulle difficoltà e che si è spenta all’indomani della vittoria delle elezioni.
Lo si è visto chiaramente nelle proposte di Recovery Plan che dovrebbero cambiare il volto della città per i prossimi decenni e che invece a distanza di pochi giorni non ricorda nessun cittadino.
L’astio contro il PD che li teneva insieme, unico collante, si è già dimostrato completamente insufficiente ad affrontare uno qualsiasi dei problemi della città.
E infatti i pezzi cominciano a perdersi per strada polarizzando sempre più la guida della città nelle mani di FI, FdI e Lega e spazzando via definitivamente la maschera del civismo.
Capiamo il fastidio, quindi, ma ci è del tutto incomprensibile la violenza contro un altro rappresentate delle istituzioni con il quale l’Amministrazione dovrebbe semmai confrontarsi nell’interesse esclusivo dei cittadini di Piombino.
Noi non abbiamo sminuito il ruolo dei banchetti e della raccolta di firme, abbiamo solo provato a spiegare, per la seconda volta, che quelle sono modalità legittime e importanti appannaggio dei cittadini.
Chi governa le istituzioni e viene pagato dalle istituzioni, ha altri compiti.
Dialogare, assumere decisioni e risolvere i problemi.
Per fare l’elenco non ci sarebbe bisogno del Sindaco e della Giunta.
Per quanto riguarda il Consigliere regionale Anselmi, eletto nelle file del PD, spiace ricordare che il Partito Democratico e la coalizione di centrosinistra hanno vinto le passate elezioni regionali che si sono celebrate nel settembre scorso. 
Con un risultato particolarmente alto proprio nella città di Piombino. 
Abbiamo assoluta comprensione per la preoccupazione che quel voto abbia generato negli amministratori piombinesi.
Anselmi ha vinto il collegio di Livorno ed è stato incaricato dal presidente della Regione di occuparsi del Recovery Plan e delle crisi industriali di Piombino e Livorno.
Cosa che sta facendo con attenzione e dedizione, come possono testimoniare i cittadini (unici giudici) che lo hanno premiato ancora una volta solo pochi mesi fa con tantissime preferenze: 8299 in tutto nel collegio di Livorno.
A distanza di 5000 voti dal primo dei candidati del centrodestra.
A chi dà fastidio che si occupi dei problemi dei cittadini di Piombino? 
A chi dà fastidio che lo faccia il Partito Democratico?
La paura qual è? Il confronto con chi lavora per trovare soluzioni? 
O che si debba finalmente riporre la campagna elettorale permanente e ci si debba occupare di governare?

FEDERAZIONE PARTITO DEMOCRATICO

        VAL DI CORNIA/ELBA

x