« Torna indietro

Intensificati gli illeciti in materia di pesca. Denunce, sanzioni e sequestri ad opera dei Carabinieri in laguna

26.3.2021 I Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia, nonostante le restrizioni dovute alla “zona rossa” in atto, continuano a vigilare sul rispetto della normativa in materia di pesca e, nella settimana appena trascorsa, al termine di una serie di controlli nell’ambito dell’attività di vigilanza lagunare, hanno accertato diverse violazioni a carattere sia penale che amministrativo commesse da pescatori professionisti e non solo.

Anche grazie alle favorevoli condizioni meteorologiche degli ultimi giorni, il numero delle imbarcazioni controllate è stato significativo.

Nello specifico, in tre diversi punti della laguna, i militari hanno proceduto a verifiche sia in acqua che a terra, finalizzate, tra l’altro, anche all’osservanza sul rispetto della normativa sugli spostamenti in questo particolare periodo. In molti casi sono state riscontrate violazioni di diversa tipologia, tutte a danno del delicato ambiente lagunare. Nel canale di Campalto, ad esempio, sono stati denunciati per danneggiamento dei fondali, due pescatori professionisti intenti ad effettuare attività di pesca con l’uso di attrezzatura vietata dalla legge. L’intera attrezzatura e la stessa imbarcazione sono stati sottoposti a sequestro.

Altre violazioni amministrative, sono state riscontrare nel Canale Taglio Vecchio e nei pressi di Porto San Leonardo, dove sono stati contravvenzionati 7 diportisti e sono stati sequestrati circa 150 kg di prodotto ittico, successivamente reimmesso in natura.

Come dimostrano anche quest’ultime attività, la vigilanza della Laguna Veneta, spinta sino ai lembi più inaccessibili della stessa ed il contrasto alla pesca illegale rappresentano, da sempre, uno degli impegni  cardine del Nucleo Natanti dei Carabinieri Venezia.

x