« Torna indietro

RIDERS IN PIAZZA PER DIRE NO AL LAVORO SUBORDINATO #IORESTOAUTONOMO

“Il contratto collettivo di natura subordinata dei Rider è sbagliato. Il
rider è un lavoratore autonomo e tale deve restare. In tal senso, parte
oggi da Piazza Montecitorio la manifestazione UGL in favore dei Rider e
per i Rider: #IORESTOAUTONOMO”, lo ha detto Vincenzo Abbrescia, segretario nazionale UGL Rider, durante la manifestato in piazza Montecitorio a Roma.

“Il contratto collettivo di natura subordinata dei Rider è sbagliato. Il
rider è un lavoratore autonomo e tale deve restare. In tal senso, parte
oggi da Piazza Montecitorio la manifestazione UGL in favore dei Rider e
per i Rider: #IORESTOAUTONOMO”, lo ha detto Vincenzo Abbrescia, segretario nazionale UGL Rider, durante la manifestato in piazza Montecitorio a Roma.

“Siamo in presenza di un lavoro innovativo che va affrontato con uno strumento innovativo – ha spiegato -. Pertanto l’UGL ha sottoscritto un contratto con AssoDelivery per salvaguardare l’autonomia di questi lavoratori, che è una caratteristica fondante del mestiere. Tuttavia, l’accordo sottoscritto da Just Eat rappresenta un improbabile contratto di lavoro di tipo subordinato, che conferma tutte le perplessità dell’UGL e dei rider. Ribadiamo, infatti, che procedere con l’assunzione dei rider non è la soluzione ma, al contrario, potrebbe procurare danni a molti. Mi riferisco ai rider che vogliono avere la possibilità e l’autonomia di scegliere quando, dove e come lavorare senza essere vincolati a una sola piattaforma, oppure a garantire prestazioni a orari fissi e prestabiliti. Per tutte queste ragioni nasce #IORESTOAUTONOMO”.

x