« Torna indietro

Locali e bar chiusi, che fine farà il centro storico di Roma? Previsioni nere

Locali ancora chiusi. Il centro storico di Roma rischia di scomparire. Le preoccupazioni dei ristoratori.

Ristoratori sul piede di guerra, allarmati dal prolungamento delle restrizioni.

Protopapa Area PMI

Se ne riparlerà a maggio, per ora saranno chiusi altri 30 giorni. Una crisi senza precedenti, a Roma e Provincia per molte attività potrebbe non esserci la riapertura a maggio.  

Il centro di Roma se continuiamo così perderà molte attività” – spiega Protopapa di Area PMI – “Un altro mese con ristoranti e bar chiusi è un acceleratore all’idea di chiudere per sempre. Il morale è sotto i tacchi, di speranze neanche a parlarne, ditemi voi cosa dovrebbero fare. I sostegni, come si sa, sono inadeguati. Inoltre molti ristoratori nel Lazio non hanno ricevuto nessun sostegno poiché i parametri non erano idonei, nonostante fossero chiusi”.

L’esempio arriva da un ristorante Cerveteri, conosciuto come Guiduccio (in foto) , che non si è visto recapitare un euro. “Il motivo è da addebitare” – dice il ristoratore- “A un’incongruenza tra il fatturato del 2020 e il 2019, anno in cui ho avuto meno ricavi rispetto all’anno successivo, ma anche meno spese rispetto a quelle sostenute nel 2020. Pertanto mi sono ritrovato a non avere nessun sostegno e a continuare a lavorare sodo quando ci è stato permesso. La speranza è che ci facciano riaprire presto, anche perché a maggio non posso permettermi di cancellare le prenotazioni per comunioni e banchetti. Io rimango fiducioso, i miei clienti affezionati mi scrivono ogni giorno, il loro apporto morale è impagabile”. 

x