« Torna indietro

Istituzione Bologna Musei: appuntamenti del 6 e 7 aprile 2021

Istituzione Bologna Musei: appuntamenti del 6 e 7 aprile 2021 online.

Istituzione Bologna Musei: appuntamenti del 6 e 7 aprile 2021 online.

martedì 6 aprile

ore 20: pagina Facebook Associazione Amici della Certosa di Bologna

“La Storia #aportechiuse con Roberto Martorelli”
Con Roberto Martorelli (storico dell’arte), in diretta Facebook su Associazione Amici della Cer- tosa di Bologna: www.facebook.com/AmiciCertosaBologna/ con un intervento dedicato all’evo- luzione della scultura dal neoclassicismo di primo Ottocento al verismo di metà secolo.
“La Storia #aportechiuse” propone un palinsesto di dirette Facebook che vede alternarsi diverse voci per condividere insieme l’arte e la storia, occasioni per stare qualche minuto in compagnia e offrire spunti per approfondire da casa eventi, persone, opere d’arte del nostro paese.
Al termine di ogni diretta gli utenti possono dialogare con l’autore del contributo video nei commenti al video stesso. Testi, documenti e video di approfondimento sono segnalati da speci- fici post.

mercoledì 7 aprile

ore 18: incontro online sulla piattaforma Google Meet

Nell’ambito della rassegna “…è arrivato Napoleone allo sparo dell’artiglieria ed al suono delle campane della città. Napoleone, l’Italia, Bologna”
“Napoleone e la musica | dalla musica a Napoleone”
Conferenza online con Maria Chiara Mazzi, musicologa.

Se volessimo produrre un film su Napoleone, potremmo costruire una vera e propria colonna so- nora grazie a tutti quei brani musicali legati alla sua storia e alla sua figura, dal momento nel quale, ventiseienne, diviene generale della rivoluzione a quando, dopo la sconfitta di Waterloo, viene relegato a Sant’Elena.

Una colonna sonora che si cercherà di dipanare da due punti di vista diversi.
Nel primo – di cui si parlerà nel corso di questo incontro – si seguiranno le tracce delle musiche ispirate alla figura del generale-imperatore. E in questo caso non si incontreranno soltanto ano- nime marce militari o celebri canti patriottici, come potrebbe sembrare ovvio per raccontare la storia del protagonista, ma anche molti grandi compositori, che hanno operato tra gli anni No- vanta del Settecento e gli anni Venti del secolo successivo. Si tratta di una trama di note fatta di messe e sonate, cantate e sinfonie, lieder e concerti, tutti legati in un modo o nell’altro alla figura o alle imprese del grande corso. Una trama dalla quale non mancano, accanto all’esalta- zione dell’eroe, anche le voci di dissenso dei patrioti, come quella di Lord Byron la cui ode, grazie alla musica di Schonberg, è stata trasformata nel 1942 nel grido di indignazione del mon- do oppresso dalla dittatura nazista.
Il secondo itinerario nel rapporto tra Napoleone e la musica verrà affrontato nell’incontro del 26 maggio.
Prenotazione obbligatoria solo via email a museorisorgimento@comune.bologna.it (entro le ore 9 di mercoledì 7 aprile), indicando nome, cognome e numero telefonico per eventuali comuni-cazioni.
Agli iscritti sarà inviato un link per il collegamento.
La rassegna “…è arrivato Napoleone allo sparo dell’artiglieria ed al suono delle campane della città. Napoleone, l’Italia, Bologna” propone un ciclo di incontri online, in occasione del bicen- tenario della morte di Napoleone Bonaparte (1821-2021).
Curato dal Museo civico del Risorgimento e Comitato di Bologna – Istituto per la Storia del Risor- gimento italiano, in collaborazione con8cento APS e con il patrocinio dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano, il ciclo riunisce studiosi e studiose di vari ambiti disciplinari – storico, artistico e musicale – e si propone di ripercorre questi diversi aspetti con un focus sulla città di Bologna, senza perdere di vista il più ampio quadro della stagione napoleonica a livello europeo.
Info: www.museibologna.it/risorgimento

x