« Torna indietro

Assembramenti davanti all’hub vaccinale, interrotte le prenotazioni aggiuntive

Sta facendo molto discutere la situazione, di pericolosi assembramenti davanti all’hub vaccinale della Caserma Zappalà, che si è creata nel primo pomeriggio di oggi. L’hub di nuova apertura era stato individuato, nella giornata di ieri e di oggi, come la sede leccese per alcune vaccinazioni straordinarie da somministrare ai caregiver di minori a carico con gravi patologie. L’affluenza, però, sia ieri che questa mattina è stata particolarmente bassa, così, per non sprecare le dosi, le autorità sanitarie hanno allargato la platea e, nella tarda mattinata di oggi, hanno fatto circolare un messaggio che è subito diventato virale nei social più importanti, raggiungendo anche diversi gruppi “Whattsapp”.

Assembramenti davanti all’hub vaccinale, il messaggio dell’Asl

Il messaggio recitava così: “Questa mattina è possibile vaccinare i familiari di persone con Legge 104. Ci sono molti vaccini disponibili e l’affluenza è bassa, si rischia di non poter utilizzare le fiale disponibili. Avvisate chi fosse interessato: è sufficiente recarsi presso la caserma dell’esercito a Lecce comunicando di avere il requisito per essere vaccinati”. In tantissimi non si sono fatti pregare, hanno colto la palla al balzo e hanno deciso di passare la Pasquetta attendendo il proprio turno, pur di ricevere il vaccino ed uscire definitivamente da un incubo chiamato Covid. La situazione, però, è sfuggita di mano, si sono creati assembramenti davanti all’hub vaccinale, con circa 300 persone in fila davanti alla Caserma Zappalà. Ad un certo punto, però, sono state sospese le prenotazioni aggiuntive, vista anche l’enorme presenza di richiedenti, l’esaurimento in poche ore delle dosi vaccinali a disposizione e gli assembramenti davanti all’hub vaccinale.

x