« Torna indietro

Spinea candidata a “Città europea dello sport 2023”

Sindaco e assessore a Roma al CONI per l’ufficializzazione della candidatura. Responso previsto il 15 ottobre

13.4.2021 – Spinea si candida come “Città europea dello sport 2023” e dovrà vedersela con Busto Arsizio (VA), Padova, Schio (VI), Trapani, Rende (CS), Fondi (LT) e Catanzaro.

Il sindaco Martina Vesnaver si è recata perciò a Roma assieme all’assessore allo sport Elia Bettin per presentare la proposta. Il riconoscimento sarà assegnato da Aces Europe di Bruxelles, che si baserà sullo stato attuale di impianti, strutture e associazioni sportive presenti nel territorio. Nonché ovviamente dello spazio riservato allo sport nei programmi della Giunta.

Fondi dedicati per lo sviluppo dello sport

In palio ci sono fondi dedicati per lo sviluppo dello sport, che porteranno benessere a tutta la comunità spinetense. Un traguardo difficile, ma non impossibile.

“Perché candidarci a Città Europea dello sport 2023 e che cosa poteva portare questa candidatura alla nostra città mi sono chiesta assieme alla nostra amministrazione” – spiega il sindaco Vesnaver – Proporsi nel 2021, con una pandemia in corso, rappresenta per noi un aspetto importante: vuol dire “noi andiamo avanti”, “noi abbiamo il coraggio di affiancarci a realtà più grandi e farci ispirare”, “noi ci siamo”.

“Lo sport ha pagato un tributo molto alto alla pandemia – prosegue Bettin – quante società sportive saranno ancora funzionanti alla fine della pandemia? Noi vogliamo fortemente rispondere: tutte e anche di più. Noi non vogliamo arrenderci, vogliamo avere uno stimolo in più per combattere, avere uno scopo preciso in mente per arrivare al 2023 non solo mantenendo tutti gli sport attualmente presenti in città, ma con altri di nuovi e con tanti affiliati, tanti allievi e tanti allenatori che scambino relazioni educative e sociali”.

Investimento nelle strutture

“Lo sport, infatti, per noi è agenzia educativa, assieme alla scuola e alla famiglia – riprende Vesnaver – Lo sport è motivazione. Motivazione che mettiamo in questa candidatura, che ha unito più realtà della nostra città: l’Amministrazione, le Dirigenti scolastiche, le associazioni di categoria dei commercianti, ConfCommercio e Confesercenti. Tutti responsabilizzati nel saperci meritare questo Premio, nel trascinare una città intera sul tema dello sport, della salute, dell’impegno, dell’autostima, dell’orgoglio e dell’identità”.

L’amministrazione da parte sua si è impegnata a rendere le strutture efficienti e compatibili, con investimenti sulle strutture, in modo da valorizzarle ancora di più. Spinea, che ha dato i natali alla campionessa italiana di nuoto, Federica Pellegrini, quest’anno finalmente avrà la sua piscina.

Spinea possiede uno dei due pattinodromi coperti nazionali, dove sono stati fatti in passato Campionati importanti, e prevede di ammodernare e sistemare gli impianti, che mostrano i segni del tempo, ma continuano ad essere strutture uniche nel panorama nazionale

“Nuovi sport si stanno affacciando nel nostro panorama e siamo pronti a coglierli. Lo sport è salute, sacrificio, coraggio, passione: scuola di vita soprattutto per i giovani, agenzia educativa che va costruita da tutti attraverso un patto comune. La nostra città è cresciuta rapidamente in questi anni, e ha bisogno di conquistare la propria identità: essere Città Europea dello Sport 2023 sicuramente può essere una grande motivazione. Noi ci siamo”, conclude il sindaco.

Edizioni

x