« Torna indietro

covid figliuolo a genova hub fiera

Terminata la due giorni piemontese del Generale Figliuolo

Si è conclusa oggi a Novara la due giorni piemontese del Generale Francesco Paolo Figliuolo, in cui ha visitato i principali poli vaccinali del Piemonte: gli hub di Lingotto e Reale Mutua, a Torino, il centro vaccinale nei locali del Primo Reggimento Carabinieri, a Moncalieri, il centro della Fondazione Ferrero ad Alba (CN), l’hub vaccinale allestito a Vezza d’Alba dalla Fondazione Banca d’Alba e infine il Centro Ipazia di Novara.

Il Commissario straordinario per l’emergenza Covid ha così potuto constatare il funzionamento della macchina vaccinale piemontese, arrivata ad una media di circa 24 mila vaccinazioni al giorno e che sta progredendo rapidamente anche grazie ad un’importante sinergia con le attività economiche del territorio. Sono infatti ben tre i centri vaccinali donati da aziende: Ferrero, Banca d’Alba e Reale Mutua. Filantropia che permette di accelerare sulla campagna vaccinale, puntando all’ambizioso target di 40mila vaccini al giorno per il mese di maggio.

A ricordo della visita in Piemonte, l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi ha voluto donare al Generale Figliuolo una riproduzione limitata della penna di Cesare Pavese, auspicando che possa utilizzarla per “firmare le ordinanze per vincere la pandemia” e, soprattutto, “per firmare molte nuove forniture di vaccini per tutto il Paese”.

L’assessore Icardi e il generale Figliuolo
x