« Torna indietro

Tractor wheel and lettuce farm with greenhouse in background

Contributi dalla Regione Piemonte ai Comuni piemontesi che ospitano lavoratori stagionali nelle aziende agricole

125 mila euro complessivi costituiscono l’ammontare dei contributi da parte della Regione Piemonte destinati per l’anno 2021 ai Comuni, Unioni di Comuni e Consorzi di Comuni del Piemonte per l’acquisto e l’affitto delle unità abitative temporanee, al fine della sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali non fissi che operano nelle aziende agricole.

Torino. 125 mila euro complessivi costituiscono l’ammontare dei contributi da parte della Regione Piemonte destinati per l’anno 2021 ai Comuni, Unioni di Comuni e Consorzi di Comuni del Piemonte per l’acquisto e l’affitto delle unità abitative temporanee, per consentire la sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali non fissi che operano nelle aziende agricole.

Lo ha stabilito venerdì 16 aprile la Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Agricoltura e Cibo Marco Protopapa, in applicazione alla legge regionale 12/2016, definendo i criteri dei contributi e le tipologie di strutture abitative prefabbricate per l’ospitalità dei lavoratori stagionali in agricoltura.

Viene concesso un contributo forfettario di 1500 euro per l’acquisto di strutture prefabbricate ad uso stagionale e un contributo di 500 euro per la locazione, comprensivi di trasporto e installazione, finanziando altresì l’adeguamento igienico-sanitario nelle strutture esistenti non residenziali, che siano di proprietà pubblica o nella disponibilità effettiva degli Enti locali richiedenti.

Per strutture prefabbricate si intendono container di tipo abitativo e prefabbricati modulari a uso di servizi igienici. Il periodo di utilizzo non può essere superiore a 180 giorni l’anno.

Il contributo massimo che può essere erogato ad ogni ente locale è di 25 mila euro e avranno priorità gli enti con minor numero di abitanti, al fine di consentire una distribuzione capillare delle strutture abitative e limitare gli spostamenti degli stessi lavoratori stagionali.

x