« Torna indietro

Marino: carabiniere spara alla moglie e si toglie la vita

Marino. Carabiniere spara alla moglie alle ore 16 e 15 del 16 aprile, nel pieno di un litigio, del quale sono ignoti i motivi. Poi si toglie la vita. Siamo provincia di Roma, presso i Castelli romani. La donna, una cinquantenne, è grave: è giunta ieri in condizioni non certo rosee al pronto soccorso dell’ospedale di Marino, con l’eliambulanza. Aveva fondato, ironia della sorte, una lista civica in difesa della donna: è un’insegnante di scuola materna. L’uomo non ha dovuto fare i conti con le conseguenze del suo gesto di fronte alla società: è morto immediatamente, con un colpo di pistola al petto. Contro la moglie, aveva sparato con la stessa arma per quattro volte, con decisione e senza esitare. Forse, però, dopo il gesto d’impeto vedere la donna colpita e sofferente è stato troppo. Tre proiettili la avevano raggiunta. L’autore del gesto, il vice brigadiere dell’Arma, in servizio presso la direzione centrale per i servizi antidroga, forse la ha creduta morta quando si è tolto la vita. Hanno dato l’allarme i vicini di casa.

Edizioni

x