« Torna indietro

La provocazione del Movimento Neoborbonico: “Facciamo una SuperLega delle Due Sicilie”

Tanto rumore per nulla. Si potrebbe intitolare così la proposta di una SuperLega che avrebbe dovuto comprendere i club più titolati, blasonati e anche indebitati d’Europa. Il progetto sembra destinato a naufragare, per il momento, considerando la defezione dei 6 club inglesi e la rivolta del mondo del calcio, sia tifosi che addetti ai lavori.

Intanto però il Movimento Neoborbonico ha lanciato una provocazione, la creazione di una SuperLega delle Due Sicilie. Ecco quanto si legge sulla pagina di Facebook: “LA SUPERLEGA DELLE DUE SICILIE. Di fronte alla proposta di una Superlega delle squadre più potenti (e più indebitate) d’Europa, di fronte al silenzio delle istituzioni calcistiche (e non) su quei debiti, di fronte ad una questione meridionale presente da sempre nel calcio (e non solo) e con il Sud sempre meno presente nel calcio professionistico e (ovviamente) sempre meno vincente per problemi economici (e non solo), la nostra provocazione culturale e sportiva con l’idea di un torneo che raccolga le migliori squadre attualmente presenti nei campionati di serie A, B e C: Napoli, Benevento, Crotone, Cosenza, Reggina, Salernitana, Avellino, Catanzaro, Bari, Catania, Juve Stabia, Teramo, Foggia, Palermo, Casertana, Potenza, Pescara, Monopoli, Lecce aspettando Trapani, Taranto, Messina e le altre…”

“Al di là della provocazione– spiegano i neoborbonici- sarebbe auspicabile, comunque, una maggiore collaborazione tra le società calcistiche meridionali all’insegna di una campagna che da tempo i neoborbonici portano avanti (il “compra Sud”) magari legandola al mercato, al calcio giovanile e ai vivai, agli sponsor e ai ritiri pre-campionato”.

Edizioni

x