« Torna indietro

Roberto Speranza: 'non abbassiamo la guardia, non dividiamoci'

Pandemia, Speranza: “Un passo alla volta, fiducia e prudenza”

“Ci sono due parole che devono guidarci nelle prossime giornate: fiducia perché le misure hanno funzionato, e prudenza. Dobbiamo fare un passo alla volta, essere graduali e valutare giorno dopo giorno l’evoluzione del quadro. E’ vero che stiamo meglio, ma ancora ci sono tanti decessi e ricoveri”, ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Domenica in su Rai1. Il virus “ancora circola ed è un nemico molto insidioso”, ha aggiunto. “Da domani tante attività riprenderanno e una parte larga del Paese andrà in zona gialla. Però vogliamo fare un passo per volta, per non tornare indietro: l’orario delle 22 ci consente di ridurre la mobilità ed è una scelta che il governo ha deciso di fare dentro una cornice di prudenza. Domani facciamo un primo passo e diamo un segnale di ripartenza e poi monitoriamo settimana per settimana“. E ancora: “Se ci saranno le condizioni sarò il più felice di tutti a fare altri passi avanti, sul coprifuoco e altre misure”, ha aggiunto.

Variante indiana, Speranza: “scienziati al lavoro, obbligo di quarantena per chi rientra”

“I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante indiana. Non possiamo abbassare la guardia. Venerdì è stato il giorno record per casi a livello mondiale, con 893.000 positivi di cui 346.000 proprio in India“, aveva scritto in mattinata su Facebook il ministro. “Ho firmato una nuova ordinanza, che vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in India. I residenti in Italia potranno rientrare con tampone in partenza e all’arrivo e con obbligo di quarantena. Chiunque sia stato in India negli ultimi 14 giorni e si trovi già nel nostro Paese è tenuto a sottoporsi a tampone contattando i dipartimenti di prevenzione“, aveva annunciato Speranza. (fonte: Ansa)

Edizioni

x