« Torna indietro

Catania, operazione ampio raggio, sorprendenti risultati per la sicurezza

È andata in esecuzione, ieri pomeriggio, la dodicesima edizione dell’operazione Ampio Raggio con la quale la Polizia di Stato ha nuovamente attuato le recenti strategie di intervento per il controllo massivo del territorio, con il quale si tende a massimizzare l’efficacia dell’azione preventiva – e se del caso repressiva – di tutte quelle manifestazioni delinquenziali che più sono sensibili ad azioni estemporanee: criminalità predatoria e violazioni al Codice della Strada.

È andata in esecuzione, ieri pomeriggio, la dodicesima edizione dell’operazione Ampio Raggio con la quale la Polizia di Stato ha nuovamente attuato le recenti strategie di intervento per il controllo massivo del territorio, con il quale si tende a massimizzare l’efficacia dell’azione preventiva – e se del caso repressiva – di tutte quelle manifestazioni delinquenziali che più sono sensibili ad azioni estemporanee: criminalità predatoria e violazioni al Codice della Strada.

L’operazione straordinaria di controllo del territorio segue immediatamente quella interforze sull’abusivismo presso il Cimitero per consolidare il totale controllo del territorio dello Stato e la repressione di ogni forma di illegalità.

La strategia operativa è stata improntata alla ricerca della totale “perimetrazione” dell’area d’azione, sull’intera provincia, caratterizzata dal sincronismo dei dispositivi di controllo disposti sul territorio a creare una “rete dalle maglie strette” i quali, muovendosi con studiate tempistiche, sono riusciti ad assicurare una cernita capillare degli obiettivi da controllare, conseguendo, alla fine, il raggiungimento del target prefissato in sede di pianificazione del servizio.

Cinturando il territorio della provincia etnea in una morsa di posti di controllo, coadiuvati da agili dispositivi di affiancamento, non solo si è assicurata la massima prevenzione dei reati sul territorio, ma si è anche permesso alla cittadinanza una realistica percezione di sicurezza.

E tale operazione, introdotta sul finire del 2019 e che continuerà costantemente, è arrivata alla undicesima edizione. Complessivamente, oltre alle pattuglie ordinariamente e giornalmente presenti della Squadra Mobile, Squadra Volante, della Digos e delle specialità della Polizia di Stato,

sono stati dispiegati in via straordinaria  ulteriori 30 equipaggi, composti da agenti dei Commissariati cittadini, della Squadra Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, della Sezione di Polizia Stradale, della Polizia Ferroviaria e della Polizia di Frontiera Aeroportuale, dei Cinofili dell’UPGSP e del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica, compresi, come detto, i territori sotto la giurisdizione dei Commissariati di Adrano, Caltagirone e Acireale con posti di controllo strategici in modo da garantire la massima efficacia.

La città è stata suddivisa in diverse aree all’interno delle quali sono stati individuati diversi obiettivi ritenuti particolarmente sensibili sotto il profilo della sicurezza: viale Africa, piazza Stazione Acquicella, via Acicastello, via Ballo, viale Librino, via del Rotolo, piazza San Pio X, viale San Teodoro, via Plaia, via Angelo Musco, via G.M. Frontini, via Plebiscito. A cura della Polizia di Frontiera: Santa Maria Goretti e via San Giuseppe La Rena, area demaniale adiacenze Varco Dusmet. A cura della Polizia Ferroviaria: Stazione FS Catania Centrale. Ad Acireale: Stazione Vecchia, Via Kennedy e Corso Italia. Ad Adrano: via Casale Greci, Contrada Naviccia, via Madonna Santissime delle Grazie. A Caltagirone: Santa Maria di Gesù, via Circonvallazione, via Mons. Sturzo.

Ripetuta è anche la strategica presenza degli istruttori di tecniche operative che hanno dato, come la volta scorsa, un contributo in più per la sicurezza degli uomini della Polizia di Stato, accrescendone la professionalità e, quindi, l’efficacia operativa.

Il servizio è stato preordinato in tre distinte fasi che hanno comportato lo spostamento del dispositivo di controllo tra i diversi settori in cui è stato suddiviso lo scenario d’azione: in tal modo, con movimenti sincroni, è stato possibile garantire l’omogeneità della copertura del territorio, senza innescare falle nelle maglie della rete di controllo.

Solo nel corso di questo servizio sono state controllate 127 persone e 74 veicoli, le contestazioni per infrazioni al C.d.S. sono state 12, di cui 2 per guida senza patente e 1 per mancanza di copertura assicurativa R.C.A.

Grande attenzione è stata data anche alla verifica del rispetto delle vigente normativa in materia sanitaria e per questo sono stati effettuati controlli mirati al contenimento della diffusione del virus: sono state ritirate 50 autocertificazioni ed è stata elevata una sanzione per spostamento senza giustificato motivo.

Agli straordinari risultati conseguiti con l’operazione Ampio Raggio, si aggiungono quelli dei diuturni controlli effettuati dalle Volanti della Questura che, nei due giorni appena trascorsi, hanno controllato 284 persone e 331 veicoli.

x