« Torna indietro

Bologna-Napoli Osimhen

Napoli-Cagliari 1-1, minuti di recupero “sanguinosi” per gli azzurri

Gol iniziale di Osimhen, pareggio di Nandez nei minuti di recupero.

NAPOLI-CAGLIARI: 1-1

MARCATORI: 13′ Osimhen (N), 94′ Nandez (C).

Il Napoli perde la grande occasione di rafforzare la sua posizione in Champions League, facendosi fermare dal Cagliari nei minuti di recupero, pur avendo dominato a lungo.

NAPOLI-CAGLIARI, PRIMO TEMPO: IL GRAFFIO DELLA PANTERA NERA

Il Napoli parte forte subito con una pressione alta ed infatti dopo appena 13 minuti trova già il vantaggio, frutto di un ottimo pressing in fase offensiva. Insigne ricama per Osimhen che difende bene il pallone in area e con un preciso sinistro batte Cragno per l’1-0.

Gli azzurri controllano il match, ma il Cagliari va a fiammate e riesce a rendersi pericoloso al 28′ con Zappa che da buona posizione coglie il palo.

Al 43′ sale in cattedra Meret, che respinge prima su Pavoletti e poi salva sul tiro a colpo sicuro di Nandez.

NAPOLI-CAGLIARI, SECONDO TEMPO: NEL FINALE GLI AZZURRI ARRIVANO SENZA BENZINA

Nella ripresa il Napoli parte subito forte e sfiora il raddoppio con Osimhen, che manda di a lato di testa su ottimo assist di Zielinski. Al 51′ ci prova Demme con un violento destro dalla distanza, solo la traversa salva Cragno.

Al 53′ Osimhen in contropiede ruba palla a Godin e supera Cragno per il 2-0. Fabbri decide di annullare il gol per una spinta dell’attaccante sul difensore. Decisione che lascia molti dubbi.

Al 76′ l’attaccante nigerino, dopo un brutto scontro aereo con Ceppitelli, deve lasciare il campo sanguinante. Una perdita importante per gli azzurri che perdono il loro punto di riferimento in attacco.

Assalto finale del Cagliari nel finale contro il Napoli col fiato corto. Meret salva all’88 su una girata a botta sicura di Pavoletti. La beffa è però nell’aria ed infatti al 94′ Nandez, su lancio di Duncan, sbuca alle spalle di Hysaj e batte Meret.

Pareggio sanguinoso che sa di beffa. La corsa Champions si complica, ma restano ancora 4 partite nelle quali il Napoli è padrone del suo destino.

x