« Torna indietro

Scuole Testoni Fioravanti BO: importante novità

Bologna. Da oggi mercoledì 5 maggio 2021 i genitori e gli alunni delle scuole Testoni Fioravanti, al Quartiere Navile, avranno a disposizione una nuova area pedonale.

Bologna. Da oggi mercoledì 5 maggio 2021 i genitori e gli alunni delle scuole Testoni Fioravanti, al Quartiere Navile, avranno a disposizione una nuova area pedonale.

Si tratta di un intervento già sperimentato alle scuole Tambroni (Santo Stefano) e Bombicci (Porto-Saragozza), che permette di rivedere la strada come spazio a completa disposizione di tutti coloro che devono accedere alle scuole e mantenere il distanziamento sociale nel rispetto delle misure di contenimento imposte dalla pandemia.

L’area in prossimità della scuola secondaria di primo grado Testoni Fioravanti in via Di Vincenzo, nel tratto compreso tra via Procaccini e via Bolognese, sarà a divieto di transito in macchina negli orari di entrata e uscita, dalle 7.40 alle 8.10 e dalle ore 13.50 alle ore 14.30 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, lasciando la possibilità ai residenti di accedere ai propri passi carrabili e alle auto in sosta di uscire dall’area, muovendosi a passo d’uomo. In questi orari, grazie a un patto di collaborazione che il Comune ha sottoscritto con la Casa di Quartiere Katia Bertasi, insieme al comitato dei genitori e ai volontari di Bologna Ripuliamoci e Vivere Mercato Navile verrà posizionata all’inizio della strada una transenna che indica l’area scolastica.

Per realizzare questi interventi è stata fondamentale la collaborazione tra il Comune (settore Mobilità sostenibile), il Quartiere Navile, la scuola, il Centro Antartide, associazioni presenti sul territorio e comitato dei genitori, che ne è anche stato promotore. La Fondazione per l’Innovazione Urbana (Fiu) ha supportato il progetto e lo terrà monitorato nelle prossime settimane.

La sperimentazione sulle aree scolastiche è possibile grazie alle novità introdotte nel codice della strada dal decreto Semplificazioni (Dl 120/2020) ed era già prevista all’interno del Piano generale del traffico urbano (PGTU) poi potenziato con il Piano della Pedonalità Emergenziale (PPE) approvato dalla Giunta comunale a fine luglio scorso.

x