« Torna indietro

Pomigliano, minacce di morte al comandante della Municipale. C’entrano i 272 appartamenti sequestrati?

Dopo il sindaco, finisce nel mirino della criminalità anche Luigi Maiello, comandante della polizia locale di Pomigliano.

Dopo il sindaco di Pomigliano, Gianluca Del Mastro, finisce nel mirino della criminalità anche Luigi Maiello, comandante della Municipale della città.

Sull’uscio del comando è stata rilasciata una lettera minatoria, accompagnata da un dossier di 6 pagine riportanti accuse infamanti al dirigente in divisa.

Molto probabilmente le minacce sono riconducibili al sequestro di 272 appartamenti di Pomigliano, ritenuti illegittimi dalla magistratura. L’operazione fu condotta proprio da Maiello.

Nel dossier è riportato un articolo di giornale sui sequestri dei suddetti appartamenti, convalidati dal gip del Tribunale di Nola.

La missiva riportava minacce a Maiello ed alla sua famiglia, accusato di “non far mangiare più nessuno”. Lo stesso Maiello è stato accusato, nella lettera minatoria, di soffrire di labilità psichica e di aver fatto carriera tramite prove truccate.

Maiello ha deciso di portare il dossier anonimo alla Procura di Nola e sono così partite le indagini, che hanno già messo nel mirino persone gravemente sospettate.

Tutte le forze politiche e le istituzioni hanno espresso la loro solidarietà al comandante della Polizia Municipale. In particolare il sindaco Del Mastro, egli stesso vittima di minacce qualche mese fa, ha scritto sul suo profilo Facebook: “So che la persona e il professionista non si lasceranno impaurire; so che il desiderio di giustizia e di legalità prevarranno sulla miseria e sulla inconsistenza dell’atto intimidatorio; sono convinto che la voglia di rendere Pomigliano una Città migliore sarà più forte di qualche parola infamante, scritta vigliaccamente su un pezzo di carta. Ce la faremo! Con Luigi Maiello”.

x