« Torna indietro

Lavori nel poliambulatorio di Martano, arrestati due dirigenti della Asl

Arrestati due dirigenti della Asl di Lecce per alcuni lavori effettuati al poliambulatorio di Martano. Il provvedimento è stato eseguito in mattinata dalla Guardia di Finanza del capoluogo salentino e ha riguardato Fiorenzo Pisanello, 67enne leccese, attualmente in pensione, e Antonio Leo, 57enne di Soleto. I due arrestati sono finiti ai domiciliari con l’accusa di falso, abuso di ufficio, peculato e frode nelle forniture pubbliche. C’è stato, inoltre, il provvedimento di misura interdittiva dell’esercizio di attività imprenditoriale per Francesco Reddavide, 67 anni di Adelfia, titolare della Atitecnica 85 di Brindisi.

Arrestati due dirigenti della Asl di Lecce. I reati imputati

Il tutto è partito dall’inchiesta “Unfinished Work” che ha incastrato i due dirigenti della Asl. L’inchiesta è stata condotta dal pubblico ministero della Procura di Lecce, pool Pubblica amministrazione, Alessandro Prontera, insieme alle Fiamme Gialle di Otranto e ha messo sotto la lente d’ingrandimento la ristrutturazione del Poliambulatorio e del Centro dialisi di Martano, realizzata con 4 milioni di euro. Gli indagati, funzionari Asl, sono stati accusati essenzialmente di due reati gravi. Prima di tutto, infatti, avrebbero dichiarato la fine dei lavori compreso il collaudo a cantieri però ancora aperti e, inoltre, si sarebbero riscontrate delle difformità sostanziali anche sul collaudo antincendio poiché mancavano 56 porte.

Edizioni

x