« Torna indietro

Santa Maria di Sala, Sant’Angelo tornerà ad avere la classe prima

L’Ufficio scolastico di Venezia ha formalmente autorizzato nei giorni scorsi la formazione della classe

10.5.2021 – Sant’Angelo tornerà ad avere per il prossimo anno scolastico 2021-2022 la classe prima. Lo ha comunicato al sindaco la dirigente scolastica Elena Zampieri, dopo aver avuto comunicazione formale dall’Ufficio scolastico di Venezia che ha autorizzato la formazione della classe prima alla scuola primaria di Sant’Angelo.

Attualmente, presso la scuola della frazione c’è una pluriclasse (seconda e terza insieme) che conta 18 alunni e una classe quinta con 12 alunni.

“L’obiettivo è stato raggiunto – sostiene il sindaco Nicola Fragomeni – grazie alla sinergia profusa a tutti i livelli, dall’assessore Morosin alla dirigente scolastica, dalla parrocchia alla popolazione”

Le preoccupazioni dei residenti, espresse già lo scorso anno, hanno indotto l’amministrazione ad operare delle scelte che per il prossimo settembre riporteranno la prima con 15 iscrizioni. Tra le tante, quella di ridare impulso al paese favorendo la ristrutturazione ed il completamento delle palazzine tra via Stradona e via don Milani che da anni versavano in abbandono. “Il fatto di aver recuperato questi immobili – interviene Fragomeni – ha consentito l’insediamento tra le 50 e le 60 famiglie (molte delle quali giovani) che consentiranno un futuro alla scuola”.

E pensare che la scuola primaria “Giovanni Pascoli” di Sant’Angelo è uno dei plessi meglio attrezzati del Comune: l’unico con cucina interna che permette una migliore qualità della mensa, servizi di pre-scuola e dopo-scuola e un’ottima palestra.

“Per rilanciare la scuola – dice l’assessore all’Istruzione Luca Morosin – concorderemo con la dirigenza e le insegnanti del plesso nuovi servizi, come il potenziamento linguistico, e laboratori perchè riqualificazione e rilancio non siano solo slogan vuoti”

“E’ una delle soddisfazioni più belle raggiunte durante i miei due mandati da sindaco – conclude Fragomeni – e sono certo che con questa nuova iniezione di fiducia le famiglie sceglieranno la primaria di Sant’Angelo senza migrare altrove perché qui troveranno i servizi che altrove non si trovano”.

x