« Torna indietro

rapina castel volturno

Omicidio di Copertino, proseguono le indagini. La svolta sembra vicina

Proseguono a spron battuto le indagini sull’inquietante e misterioso omicidio di Copertino che, nella tarda serata di lunedì 3 maggio, ha visto l’assassinio di Silvano Nestola, ex maresciallo in pensione. Gli inquirenti cercano di stringere il cerchio dopo una settimana di lavoro senza continuità di sosta per avvicinarsi all’obiettivo di dare un volto al killer del 46enne di Copertino. Sono continuati intensamente durante questi sette giorni, infatti, ascolti, perquisizioni, analisi dei tabulati telefonici, estrapolazione dei filmati delle telecamere, ma anche accertamenti bancari. Tutti elementi che devono comporre i pezzi mancanti di un puzzle che dovrà portare all’identikit dell’uomo più ricercato del Salento.

Omicidio di Copertino, si attende l’autopsia

Un importante svolta sulle indagini circa l’omicidio di Copertino si avrà quando arriveranno gli esiti degli esami balistici sui due fucili sequestrati a San Donaci durante le perquisizioni. Armi che sono state inviate al Ris di Roma per gli accertamenti. Una volta arrivati i risultati si potrà avere un’idea più chiara sull’accaduto e gli inquirenti potranno stringere ancora di più il cerchio sull’assassino dell’omicidio di Copertino. I rilievi dei carabinieri della Scientifica sul posto hanno escluso che sulla scena ci siano state più persone ed hanno quindi confermato il fatto che a compiere il gesto sia stato un uomo solitario, misterioso e incappucciato, armato di fucile a pallettoni. Nelle prossime ore il medico legale Roberto Vaglio eseguirà l’autopsia sul corpo, ma intanto sembra che la svolta possa essere davvero vicina.

x