« Torna indietro

Omicidio di Copertino, due gli indagati. Perquisito un veicolo

Vi abbiamo raccontato ieri di come si stia stringendo il cerchio attorno all’omicidio di Copertino, in vista di due elementi chiave che molto probabilmente sbloccheranno il caso: il risultato dell’autopsia che arriverà a breve e gli esami balistici sui due fucili sequestrati la scorsa settimana a San Donaci. Sull’episodio che nella serata dello scorso 3 maggio ha sconvolto tutta la comunità di Copertino e salentina in generale, con l’omicidio del maresciallo 46enne in pensione, Silvano Nestola, ad opera di un uomo mascherato misterioso, però, gli inquirenti sembrano avere le idee abbastanza chiare. Così tanto da iscrivere nel registro degli indagati, come atto dovuto in vista dell’esame autoptico che sarà eseguito venerdì prossimo dal medico legale Roberto Vaglio, due persone tra cui un 71enne.

Omicidio di Copertino, perquisito un veicolo

A cercare di capire di più su quanto accaduto senza continuità di sosta dalla sera dell’omicidio di Copertino, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Lecce e quelli del Ros coordinati dal pm Paola Guglielmi, hanno concentrato i sospetti su un gruppo di persone. Uno dei due fucili, su cui come detto si attendono i risultati degli esami balistici, sembra essere compatibile con l’arma che ha sparato a Nestola e sarà fondamentale per lo sviluppo delle indagini. Gli inquirenti questa mattina hanno perquisito un veicolo che riconduce alla pista brindisina e porta a San Donaci e alla sfera privata dell’ex carabiniere.

x