« Torna indietro

Israele e Gaza: notte di bombardamenti

Gerusalemme

Conflitto israeliano-palestinese: offensiva notturna

Conflitto israeliano-palestinese, che non si placa. La guerra tra Israele e Hamas è entrata in una nuova fase, con l’offensiva lanciata nella notte dalle forze aeree e terrestri dello Stato contro l’enclave palestinese. Non un’invasione, come ha precisato l’esercito dopo “un errore di comunicazione” sull’ingresso di truppe nella Striscia di Gaza, ma intensi bombardamenti dell’artiglieria e dei caccia a cui il movimento islamico ha risposto con il lancio di oltre 50 razzi verso le città costiere di Ashdod e Ashkelon e vicino all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv. Più di 160 caccia hanno bombardato la notte scorsa 150 obiettivi di Hamas nel Nord di Gaza, ha riferito l’esercito israeliano, aggiungendo che i bombardamenti notturni hanno preso di mira le infrastrutture sotterranee del movimento di resistenza islamica. Il bilancio aggiornato a Gaza è di a 115 morti, tra cui 27 minorenni e 11 donne. I feriti sono 600. Si tratta della più grande operazione contro Gaza dall’inizio della nuova escalation militare. Israele ha effettuato 50 ‘round’ di bombardamenti terrestri e aerei in 40 minuti, ha riferito l’esercito, spiegando che negli attacchi sono stati utilizzati 160 aerei, artiglieria e fanteria. Le milizie palestinesi hanno lanciato all’alba altri 50 razzi verso Israele. L’esercito israeliano ha confermato che le sue truppe non sono entrate nella Striscia, dopo le notizie che indicavano l’inizio di un’offensiva di terra. “C’è stata una mancanza di comunicazione interna“, ha dichiarato il portavoce militare Jonathan Conricus, che si è assunto la responsabilità. (nella foto Gerusalemme, fonte: Agi)

x