« Torna indietro

Il Napoli sbanca Firenze, 3 punti d’oro con vista Champions

Vittoria sofferta merita: gli azzurri la sbloccano nella ripresa e giocano con maturità.

FIORENTINA-NAPOLI 0-2

MARCATORI: 56′ Insigne, 67′ Venuti (A).

Vittoria pesante del Napoli in trasferta contro la Fiorentina e adesso è tutto nelle mani degli uomini di Gattuso. Vincendo l’ultima contro il Verona gli azzurri si garantirebbero l’accesso alla prossima Champions League.

Firenze non è più fatal… Il Napoli non cade nella trappola fiorentina, come 3 anni fa quando perse lo scudetto, e porta 3 punti a casa con grande maturità e spirito di sacrificio.

FIORENTINA-NAPOLI, PRIMO TEMPO: I FANTASMI DEL FRANCHI

Com’era prevedibile la partita è scorbutica sin dai primi minuti. Il Napoli fa gioco, ma trova una Fiorentina chiusa e pronta a ripartire. Il Napoli si rende pericoloso soprattutto sui calci da fermo, ma col passare dei minuti tende a spazientirsi cercando la giocata immediata piuttosto che ragionata.

Al 33′ Insigne vicinissimo al gol, ma la sua traiettoria quasi perfetta su punizione viene respinta dalla traversa. Termina 0-0 il primo tempo, con i fantasmi del Franchi che aleggiano nuovamente sui partenopei come 3 anni fa.

FIORENTINA-NAPOLI, SECONDO TEMPO: SALE IN CATTEDRA LORENZO IL MAGNIFICO

Il Napoli accelera subito nella ripresa e ci prova con Politano, bravo Terracciano a deviare in angolo. Al 52′ l’episodio che cambia la partita. Milenkovic trattiene vistosamente Rrhamani per la maglia in area ed Abisso, dopo il consulto al VAR, assegna il rigore.

Insigne dal dischetto si fa ribattere il tiro dal portiere viola, ma è lesto ad insaccare di sinistro per il vantaggio partenopeo. Al 63′ ancora Insigne, diventato Magnifico a Firenze, sfiora il gol con un sinistro beffardo respinto dal palo.

Poco male, perché al 66′ Zielinski esplode un gran sinistro che, con la complicità di una deviazione di Venuti, si infila imparabilmente in porta per lo 0-2.

Il Napoli gestisce con grande maturità gli ultimi minuti, tenendo a bada gli attacchi poco convinti dei viola. Ultimo atto al San Paolo contro il Verona, dove l’imperativo è vincere per brindare alla qualificazione Champions.

x