« Torna indietro

Mestre – Castellana, controlli dei Carabinieri nel fine settimana. Strade e parchi cittadini: denunciate sei persone

17.5.2021 – Fine settimana di controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Mestre nel centro città ed in terraferma, finalizzati al contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa, furti in abitazione e spaccio di stupefacenti, senza dimenticare il controllo della circolazione stradale.

I servizi coordinati per fasce territoriali ed orarie hanno interessato in particolare le aree sensibili della terraferma, come il quartiere “Piave” ed i parchi, soprattutto quello della Bissuola, con servizi che hanno raggiunto anche la terraferma veneziana sulle direttrici Miranese e Castellana.

L’attività si è estrinsecata in controlli dinamici dei soggetti ritenuti d’interesse operativo, con la proiezione di pattuglie appiedate e automontate che hanno garantito una maggiore dinamicità nel controllo del territorio e nella prevenzione dei reati con l’identificazione di 45 persone e 16 veicoli, e verifiche su vari esercizi pubblici, anche in funzione di controllo sul rispetto delle norme del distanziamento sociale. Non sono mancati tuttavia i risultati, l’attività di controllo ha infatti portato al deferimento in stato di libertà di:

–      Una coppia di giovanissimi rumeniC.I.classe 2001 e S.V. 28enne,  per il reato di “Furto aggravato” e “Porto di arnesi atti a offendere/effrazione”. I giovane sono stati controllati in piena zona residenziale a Chirignago, dimostrandosi immediatamente rei confessi dei numerosi furti di biciclette denunciati in zona nei giorni passati. La perquisizione dei due ha permesso infatti di rinvenire una grossa cesoia con chiari segni di utilizzo per recidere i vari antifurto, scattando così e la doppia denuncia, con il sequestro dell’arnese;

–      F.E., italiana trentenne senza fissa dimora, per “rapina impropria”, poiché veniva bloccata subito dopo aver tentato il furto di una valigia Trolley in un negozio di Mestre, spintonando  il titolare bangladese per assicurarsi la fuga, commettendo così il reato di rapina impropria;

–      B.A. classe 1957, che non solo aveva parcheggiato tranquillamente l’auto in mezzo alla strada a Spinea per andare a fare la spesa, ma – dopo che i Carabinieri avevano elevato il verbale – li riempiva di insulti, guadagnando così una denuncia per oltraggio;

–      M.O. 21enne studente di Chioggia ha invece ottenuto una denuncia per Evasione, poiché già agli arresti domiciliari a Sottomarina, veniva trovato a Mira, confessando candidamente di essersi allontanato da casa senza permesso.

I controlli alla circolazione stradale hanno permesso invece di denunciare un cittadino africano con un tasso alcolemico alto, che veniva anche segnalato alla Prefettura come assuntore, poiché al termine del controllo stradale consegnava ai Carabinieri lo spinello che aveva in tasca, stessa segnalazione subita da un giovane di Mirano, anche lui trovato in possesso di un grammo di Marijuana.

x