« Torna indietro

Online sul sito della Città di Torino un saggio di Maria Adriana Prolo

Risulta ormai digitalizzato e online sul sito della Città di Torino un saggio di Maria Adriana Prolo dedicato alla cultura femminile piemontese dalle origini al 1860. Questo risultato avviene in coincidenza del trentennale della scomparsa di questa studiosa che, negli anni Quaranta del Novecento, creò dal nulla il Museo del Cinema di Torno e ne fu a lungo l’anima e la mente.

Torino. Risulta ormai digitalizzato e online sul sito della Città di Torino un saggio di Maria Adriana Prolo dedicato alla cultura femminile piemontese dalle origini al 1860. Questo risultato avviene in coincidenza del trentennale della scomparsa di questa studiosa che, negli anni Quaranta del Novecento, creò dal nulla il Museo del Cinema di Torino e ne fu a lungo l’anima e la mente.

Il saggio ora presente online sul sito della Città metropolitana di Torino fu scritto dalla Prolo per introdurre il volume “Poesie” di Agata Sofia Sassernò, da lei stessa curato, edito nel 1937 a Milano dai fratelli Treves.

Una copia dell’opera è custodita nell’immenso patrimonio della Biblioteca di Storia e Cultura del Piemonte a Palazzo Cisterna, sede aulica della Città di Torino.

Maria Adriana Prolo, oltre che fondatrice del Museo del Cinema, fu bibliotecaria, annunciatrice radiofonica, insegnante e studiosa di letteratura, fino alla nomina, nel 1988, di Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres a Parigi.

Il saggio da lei composto consta di novanta pagine e parte dal ritratto della poetessa Agata Sofia Sassernò, spirata a Nizza nel 1860, per risalire a colei che fu definita la prima tra le poetesse, la contessa di Provenza Beatrice di Savoia, vissuta dal 1206 al 1266.

x