« Torna indietro

Catania, tre appuntamenti online per la memoria delle vittime di Capaci

A 29 anni dalla strage di Capaci, le associazioni catanesi Nuova Acropoli e CittàInsieme organizzano per il prossimo weekend alcuni appuntamenti online e dal vivo per ricordare chi, con la vita, ha testimoniato la lotta alla mafia, al malaffare, e difeso valori imprescindibili come la civile convivenza, l’onestà e il rispetto delle regole.

A 29 anni dalla strage di Capaci, le associazioni catanesi Nuova Acropoli e CittàInsieme organizzano per il prossimo weekend alcuni appuntamenti online e dal vivo per ricordare chi, con la vita, ha testimoniato la lotta alla mafia, al malaffare, e difeso valori imprescindibili come la civile convivenza, l’onestà e il rispetto delle regole.

SABATO 22 h 18.00 | Perché il Giudice Rosario Livatino non era un “ragazzino”
Grazie al libro di Marco Pappalardo “Non chiamatelo ragazzino”, parleremo dell’impegno, dei sogni, del coraggio e dello stile di vita scelto dal giovane giudice siciliano ucciso dalla mafia, ed il cui esempio porta ad interrogarci su come essere veri Cittadini, dediti all’impegno per la “casa comune”, esempio per gli altri. Ne parleremo con l’autore del libro, Marco Pappalardo, Virginia Drago (autrice della postfazione), Salvatore Resca, Mirko Viola, Luca Trovato e Giuseppe Pappalardo (CittàInsieme), Vincenzo Messina e Ylenia Palamito (volontari di Nuova Acropoli Catania).
in Diretta Facebook sulla Pagina CittàInsieme Catania

DOMENICA 23 h 9.00 – 12.00 | CapaciXCambiare 2021 / Riqualifichiamo il Parco Falcone!
Dopo i traguardi raggiunti nelle edizioni precedenti (centinaia di metri lineari di recinzione e decine di panchine ripitturate, numerose piante Yucca e ficus magnolia piantati, ritinteggiati i giochi dell’area bimbi, tonnellata di rifiuti raccolti, spazzati i vialetti d’ingresso e ripulite le siepi), nuovo appuntamento per la riqualificazione del Parco Falcone, luogo simbolo dell’impegno civile. Sarà un’opportunità per praticare i valori di convivenza e senso di responsabilità che il giudice Falcone e le altre vittime della mafia ci hanno trasmesso con il loro esempio.
Per ragioni di sicurezza, è necessario comunicare la propria partecipazione contattando l’Associazione Nuova Acropoli Catania ai seguenti recapiti: tel. 3803305167 – email. catania@nuovaacropoli.it

DOMENICA 23 h 18.00 | Un Parco strappato alla mafia. La storia del Parco Falcone
A Catania il Parco Falcone prese vita dopo la sua liberazione dall’occupazione abusiva perpetrata per anni dalla concessionaria d’auto riconducibile al boss mafioso Nitto Santapaola. Da allora quell’area pubblica, destinata a verde pubblico, rappresenta un indispensabile polmone verde per la nostra città. Attraverso le testimonianze di chi ha vissuto in prima persona quella battaglia vinta, riscopriremo le origini di una storia di riscatto con la quale la cittadinanza libera dai condizionamenti mafiosi riuscì a strappare dalle mani della mafia un luogo di tutti, un bene comune.
video testimonianze e contributi inediti sulla Pagina Facebook CittàInsieme Catania

Edizioni

x