« Torna indietro

A Cavallino-Treporti il museo Batteria Pisani è pronto a lasciarsi alle spalle l’emergenza sanitaria. Ecco le novità

Nuove esposizioni e con percorsi digitali dedicati ai più giovani e smart

Cavallino-Treporti, 21 maggio 2021 – A Cavallino-Treporti il museo Batteria Vettor Pisani è pronto a riprendersi i suoi spazi nel piano culturale del territorio. La stagione 2020 è stata caratterizzata dalle difficili condizioni a cui hanno dovuto far fronte tutti i musei del Paese, e sebbene la situazione sanitaria abbia ritardato l’apertura di due mesi rispetto agli anni precedenti, i visitatori hanno comunque premiato l’offerta culturale proposta, facendo registrare oltre 4.000 accessi, che porta il totale dall’apertura del 2017 a oltre 25.000 persone.

Dalle oggettive difficoltà, però, sono state colte anche nuove opportunità, come la realizzazione di incontri e presentazioni online, che hanno ampliato la diffusione dei contenuti culturali prodotti allo spazio senza confini del web e dei social.

Per questo 2021 sono numerose le novità, a partire dalle esposizioni:

  • “Schegge, oggetti della Prima Guerra Mondiale”: un percorso che introduce i momenti di vita quotidiana del soldato, quest’anno con l’aggiunta di alcuni frammenti dell’esposizione “Sanità, percorso con oggetti e racconti vissuti”. Oltre a questi, in collaborazione con l’Associazione IV Novembre, sono presenti le collezioni private di Erminio Scarpa, Stefano Cecchetto e Alessio Enzo.
  • “Uomini in mare, 1915-1918 La Grande Guerra in Alto Adriatico”: raccoglie i cimeli della collezione privata di Furio Lazzarini, consulente storico del Comune di Cavallino-Treporti, che ricordano le gesta dei marinai schierati nel settore dell’Alto Adriatico, e specificatamente nel Golfo di Venezia durante il Primo conflitto mondiale. Una Storia raccontata attraverso alcuni avvenimenti strettamente legati o connessi a Venezia e al territorio costiero lagunare di Cavallino-Treporti, e rievocata da uniformi, distintivi, rari cimeli appartenuti a marinai delle Nazioni che qui si confrontarono, non soltanto per mare, ma anche in terra e cielo.
  • “Collezione Rino Ferro”: esposizione temporanea di reperti quali strumenti di lavoro e oggetti legati alla difesa bellica.
  • “Restauro delle Batteria V. Pisani e Amalfi”: un percorso dedicato al progetto di recupero e valorizzazione storica di Batteria Vettor Pisani, con accenni alla storia di Batteria Amalfi, il cui restauro conservativo del corpo centrale è stato avviato recentemente.
  • “Sistema difensivo di Cavallino-Treporti”: uscendo dalla dimensione di singola struttura si vuole, con questa installazione, fornire al visitatore una rappresentazione complessiva delle fortificazioni del Litorale a difesa di Venezia, che tutt’oggi si possono osservare percorrendo Cavallino-Treporti.

Altra grande novità di quest’anno è la sezione multimediale, ideata per coinvolgere maggiormente il visitatore dandogli la possibilità di immergersi completamente nella storia, grazie allo sviluppo delle sezioni da parte di Elisa Carraro e Andrea Bettini.

Tutto ciò sarà permesso grazie alla realtà virtuale di cui è stata dotata la “Sezione Multimediale”, che consentirà ai visitatori di percorrere la storia della Grande Guerra attraverso approfondimenti legati ai temi dei percorsi e alle aree di esperienze sensoriali presenti.

La tecnologia entra poi anche nel percorso dedicato ai più piccoli. La caccia al tesoro del draghetto “Arti” diventa infatti digitale, grazie alla collaborazione con il VeGAL, che ha arricchito il percorso con alcune tappe multimediali ed interattive.

Non mancheranno infine gli incontri monotematici, eventi su prenotazione che, da giugno a ottobre, spazieranno dalla storia alla musica, alla letteratura. Il calendario sarà consultabile dai canali social e web di comune, consorzio e museo.

«Batteria Pisani anche quest’anno apre con delle novità importanti e veramente all’avanguardia – spiega il sindaco Roberta Nesto –. Ogni anno il museo ci regala nuovi percorsi legati ad aspetti particolari della Grande Guerra. Un’esperienza importante per la quale ringrazio tutti coloro che si sono prestati a rendere unico questo gioiello, custode di oggetti significativi per riscoprire il passato del territorio».

«Batteria Pisani si sta affermando sempre più come fulcro culturale di Via dei Forti – aggiunge Paolo Bertolini, presidente del Parco Turistico di Cavallino-Treporti –. È entusiasmante vedere come una fortificazione così speciale sia riuscita a dare una seconda vita a sé stessa, grazie all’opera di recupero storico conservativi che le istituzioni hanno attuato. Le efficaci esposizioni allestite, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e i nostri consulenti, hanno creato dei percorsi che permettono ai nostri visitatori di ritornare di anno in anno potendo trovare ogni volta delle novità da scoprire. Un’attenzione particolare abbiamo voluto dedicarla anche ai più piccoli, per far scoprire loro la storia, a momenti anche molto triste, ma cercando di farlo in modo coinvolgente divertendosi».

«Anche quest’anno i visitatori potranno godere di grandi novità – assicura l’assessore alla cultura Alberto Ballarin –, dagli incontri alle conferenze, con approfondimenti storici a cura dei ragazzi e delle ragazze che accompagnano i visitatori Anche quest’anno, poi, riproporremo dei momenti musicali che avranno esecuzione nel cortile interno della struttura. 3 concerti a cura di Alessandra Trentin, Giovanni Teso e Tosca Bozzato assieme al loro ensemble. Importanti momenti che contribuiscono a trasformare Batteria Pisani da luogo di guerra a luogo di cultura. Con le nuove installazioni guardiamo invece al futuro, alle nuove generazioni. A loro è dedicata l’area multimediale, che si pone l’intento di suscitare in loro l’interesse e la curiosità per un periodo di storia molto lontano dal loro vissuto, ma che è importante conoscere».

Cancelli aperti, dunque, già a partire da questo fine settimana e fino a settembre, tutti i giorni escluso il lunedì, con orario 10.30-18.00 (ultimo ingresso 17.15).

Da ottobre sarà possibile accedere il venerdì, sabato e domenica dalle 10.30 alle 17.30 (ultimo ingresso 16.45).

Per informazioni e prenotazioni i numeri utili sono lo 041.2909555 oppure lo 348.3164470. È inoltre possibile consultare i siti www.comune.cavallinotreporti.ve.it, www.viadeiforti.it, www.visitcavallino.com e scrivere alla mail info@viadeiforti.it.

Per i gruppi obbligatoria prenotazione.

x