« Torna indietro

Ogni giorno si vedono segnalazioni di rifiuti abbandonati sul territorio comunale, atti di pura inciviltà a spese di tutta la cittadinanza, colpevoli e innocenti. È la faccia brutta di Piombino, ma ne esiste anche una bella, che non va dimenticata, e cioè quella dei singoli cittadini che silenziosamente ripuliscono dove altri hanno sporcato e quella di Associazioni, come gli Amici di Vittorio, che hanno organizzato vere campagne di raccolta.Il problema però non si risolve né con la buona volontà né con il volontariato organizzato. Il problema è della Amministrazione, che ha cercato di sensibilizzare i cittadini con una campagna di comunicazione volutamente aggressiva e che cerca ogni giorno di reprimere il diffuso fenomeno con sanzioni. Perché le sanzioni esistono e i colpevoli spesso sono individuati e perseguiti, grazie alle fototrappole collocate in molti punti della città. Si potrebbe fare di più? Forse, lavorando in primis su un’educazione diffusa e capillare, che del resto ci risulta sia in preparazione o aumentando il numero delle fototrappole, sorvegliando meglio i luoghi dove statisticamente vengono abbandonati più rifiuti: periodicamente vengono analizzati i dati e implementato il controllo nei luoghi più critici. La nostra lista crede che ci sia stata una consapevolezza e una determinazione vera dell’amministrazione per prevenire il fenomeno e per reprimerlo. Siamo certi che i frutti di questo impegno si vedranno. Ci appelliamo a tutti i concittadini. Riflettete, quando abbandonate un rifiuto correte un concreto pericolo di essere multati e soprattutto pesate ingiustamente sulla collettività.

x