« Torna indietro

Derive liberticide? La Cei contesta il disegno di legge contro l'omofobia

Abruzzo pride di scena a L’Aquila il 26 giugno

Il coordinamento Abruzzo pride ha annunciato che la seconda tappa dell’Abruzzo pride, appunto, si terrà nella città capoluogo di regione il prossimo 26 giugno: secondo gli organizzatori L’Aquila “ha rivestito e riveste da sempre un ruolo fondamentale”. E ancora: “Durante la Seconda Guerra Mondiale – hanno sostenuto nel corso di una conferenza stampa – L’Aquila si è resa protagonista attraverso la sua storica Resistenza partigiana. È il luogo in cui è sepolto uno dei pionieri del primo movimento omosessuale, Karl Heinrich Ulrichs. Ha subìto il devastante terremoto del 2009, ma fiera e orgogliosa ha subito iniziato a rimettersi in piedi”. E infine: “Come Coordinamento composto da associazioni presenti su tutto il territorio regionale – hanno aggiunto – vogliamo creare anche quest’anno degli spazi dove le persone potranno liberamente autodeterminarsi, nonché partecipare a iniziative socio-culturali a L’Aquila e in Abruzzo dedicate alla comunità Lgbt+ e alla lotte contro le discriminazioni. Riproporremo una Pride week ed essa toccherà anche Pescara, Chieti e Teramo. Le attività culmineranno sabato 26 giugno a L’Aquila. Sogniamo una società aperta, accogliente, in cui ogni persona possa essere semplicemente se stessa, tutelata nell’espressione del proprio orientamento sessuale e/o della propria identità di genere, in cui possa vivere liberamente la propria vita affettiva. Vogliamo una nazione in cui ci siano leggi a tutela dei diritti civili. Le nostre istanze non appartengono solo al mondo Lgbt+, ma a tutte e a tutti”. (fonte: Ansa)

x