« Torna indietro

Formato il protocollo d’intenti tra le Regioni Piemonte e Liguria per la reciprocità vaccinale in ambito turistico

Firmato dai Presidenti della Regione Piemonte e Liguria Cirio e Toti il protocollo di intenti tra le rispettive regioni per la reciprocità vaccinale in ambito turistico.

Torino. Firmato dai Presidenti della Regione Piemonte e Liguria Cirio e Toti il protocollo di intenti tra le rispettive regioni per la reciprocità vaccinale in ambito turistico.

E’ stata, così, avviata la sinergia tra Piemonte e Liguria per favorire nella stagione estiva la vaccinazione dei rispettivi abitanti in vacanza sulla costa ligure o sulle montagne piemontesi.

Il primo atto è rappresentato dal protocollo d’intenti per la reciprocità vaccinale in ambito turistico firmato stamani dai presidenti delle regioni Piemonte e Liguria Alberto Cirio e Giovanni Toti.

Erano presenti, per la Regione Piemonte, anche il vicepresidente Fabio Carosso, l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi e, in videocollegamento, l’assessore alla Cultura Turismo e Commercio Vittoria Poggio.

La sinergia prevede che i residenti in Piemonte possano ricevere la vaccinazione anti Covid presso i punti vaccinali in Liguria, cosiccome i residenti in Liguria possano ricevere la medesima vaccinazione presso i punti vaccinali siti in Piemonte alle seguenti condizioni:

  • il soggiorno deve avvenire a scopo turistico durante il periodo estivo e per una durata che renda difficoltosa la somministrazione nel territorio di residenza.
  • nella richiesta l’interessato deve attestare l’esistenza delle condizioni di applicabilità dell’accordo, specificare la sua condizione di soggetto non vaccinato oppure presentare la certificazione della data e tipologia della prima dose ricevuta, rilasciare l’autorizzazione al trattamento dei dati.

Le modalità di prenotazione e di registrazione della vaccinazione e l’interoperabilità dei sistemi informativi di Liguria e Piemonte dovranno garantire l’organizzazione delle operazioni di vaccinazione dei cittadini, consentendo a chi si trova fuori regione di accedere ai sistemi.

L’avvenuta vaccinazione sarà notificata presso l’Anagrafe Vaccinale Nazionale Covid (AVC), che provvederà a inviare alla Regione di residenza le relative informazioni. Sulla base della rendicontazione trasmessa alle Regioni dell’AVC saranno stabilite le modalità per il riequilibrio delle scorte dei vaccini.

Le motivazioni che hanno portato alla sigla di questo accordo sono state l’esistenza di una reciproca e rilevante mobilità turistica su scala annuale, e non solo stagionale, tra Liguria e Piemonte; il fatto che la campagna vaccinale si sviluppi sulla massima espansione durante la stagione estiva turistica, con evidenti ricadute sulle prenotazioni nelle località interessate, in conseguenza del tempo intercorrente tra l’inoculazione della prima e della seconda dose; il completamento del ciclo vaccinale risulta rilevante per il rilascio e la durata del “green pass vaccinale”.

x