« Torna indietro

TREVISO, “3 MINUTI PER LA PACE”: I 30 VIDEO-TESTIMONI SI SONO INCONTRATI IN VESCOVADO


Presenti il Vescovo Michele Tomasi e il sindaco Mario Conte. «Parlare di pace, in tempo di pandemia, significa parlare di solidarietà»

22.5.2021 – Si sono incontrati in Vescovado a Treviso mercoledì 19 maggio i trenta protagonisti dell’iniziativa “3 minuti per la Pace”, promossa dall’Ufficio diocesano di Pastorale sociale e del Lavoro lo scorso gennaio. Trenta testimoni provenienti da istituzioni civili e religiose, dal mondo del volontariato, della sanità, della scuola, del sociale e della vita associativa del territorio. Tra questi il vescovo Michele Tomasi e il sindaco di Treviso Mario Conte. Tutti per questa iniziativa hanno registrato un video commentando una parte del messaggio di papa Francesco per la Pace diffuso in occasione della giornata che la Chiesa celebra il primo gennaio di ogni anno. Gli interventi sono stati anche pubblicati in un libro.

«Dare fiducia, tendere la mano»

«Vorrei ricordare – ha detto don Paolo Magoga all’incontro – che sebbene noi non viviamo situazioni di conflitto come in Terra Santa o in Myanmar, anche noi abbiamo vissuto momenti difficili e bui. Anche nelle nostre terre, nelle nostre case, e si è combattuta e, per certi aspetti si continua a combattere, una guerra contro la pandemia. Un nemico invisibile che ha portato morte e sofferenza, che ha messo alla prova il sistema sanitario e messo in ginocchio famiglie e imprese. Parlare di pace, in tempo di pandemia, significa parlare di solidarietà, di azioni concrete per rialzare, dare fiducia, tendere la mano a chi, come ci ricordava il sindaco Mario Conte nel suo commento, è rimasto indietro. Il passaggio indietro (tipico del gioco del rugby) ci aiuti a guardare a chi non ce la fa, a chi arranca, per potergli “lanciargli la palla” e così dargli la spinta che vinca sul senso di abbandono e, anzi, comunichi uno spirito di squadra, per una sfida che possiamo vincere solamente insieme».

Le parole del Vescovo Tomasi

Il Vescovo Tomasi ha quindi ripreso le parole del Papa invitando ognuno nel proprio ambito ad essere solidale nei confronti del prossimo e accorto nella salvaguardia del Creato. Il sindaco di Treviso Conte si è detto disponibile a rinnovare la collaborazione personale e del Comune. Obiettivo attivare un patto per la Pace tra varie istituzioni che possono unirsi per questa importante finalità.

All’incontro è stata ricordata anche una delle protagoniste dei video, Fiorella Maso, purtroppo mancata a causa di una grave malattia. Fiorella aveva portato la propria testimonianza di ammalata. All’incontro ha partecipato il marito. Così aveva detto Fiorella:  «Da quando sono in convalescenza ho trovato più tempo da dedicare a me stessa. Mi sono impegnata nella riflessione dei messaggi che Dio ha inviato a noi uomini. Nei giorni più bui, piano piano, la paura si è trasformata nella certezza che sto vivendo una prova per la quale il Signore ha scelto me per dimostrare il suo amore, la sua presenza, la fiducia che ripone in me, nelle mie capacità per portare il suo messaggio di amore, mi ha affidato il compito prezioso di aiutarlo a portare la sua croce.
La consapevolezza di questi sentimenti mi ha fatto sentire la pace nel cuore, calma e serenità, che lenisce le paure. Le difficoltà continueranno a esserci ma pace e tranquillità della mia anima sono una fonte inesauribile di forza cui attingere proprio nei momenti più difficili e bui».

x