« Torna indietro

Palermo – Si arma di spranga e picchia il proprietario della parruccheria per taglio di capelli non gradito

Soddisfatti o armati di spranga. È quello che deve aver pensato il trentaduenne cittadino del Bangladesh che è stato arrestato dai Carabinieri per aver minacciato con una spranga di ferro un barbiere “colpevole” di aver tagliato male i capelli del nipote.

Soddisfatti o armati di spranga. È quello che deve aver pensato il trentaduenne cittadino del Bangladesh che è stato arrestato dai Carabinieri per aver minacciato con una spranga di ferro un barbiere “colpevole” di aver tagliato male i capelli del nipote.

I Militari, nel pomeriggio di sabato (12 Giungo), sono intervenuti in via Maqueda nei pressi una parruccheria, su segnalazione dei cittadini. Una volta sul posto, i carabinieri hanno trovato il proprietario dell’esercizio commerciale, un ventinovenne anch’esso originario del Bangladesh, riverso a terra con evidenti ferite lacero-contuse.

Dopo le prime ricostruzioni in loco si è potuto capire che il casus belli fosse il taglio di capelli effettuato il giorno prima sul nipote di sei anni dell’aggressore. Aggressore che non avrebbe gradito il taglio di capelli effettuato e si sarebbe rivolto violentemente nei confronti del proprietario del locale chiedendo la restituzione immediata dei soldi. I carabinieri hanno intercettato l’aggressore durante la sua fuga.

La vittima è stata portata all’ospedale Civico di Palermo, dove è stato ricoverato.

x