« Torna indietro

Timpa di Leucatia, per la Dusty arriva l’ordine di demolire alcune parti dell’immobile

Il Comune di Catania ha deliberato con un atto che “Le opere realizzate e non dichiarate senza idoneo titolo abilitativo propedeutico all’esecuzione degli stessi o alla loro esclusione (rispetto ai titoli abilitativi cogenti), dovranno essere demolite”

Il Comune di Catania ha deliberato con un atto che “Le opere realizzate e non dichiarate senza idoneo titolo abilitativo propedeutico all’esecuzione degli stessi o alla loro esclusione (rispetto ai titoli abilitativi cogenti), dovranno essere demolite”

Si aggiunge così, un’altro capitolo del Comune di Catania sul caso della costruzione sulla Timpa di Leucatia.

L’ingiunzione di demolizione è stata emessa dalla direzione Urbanistica del Comune e ordina la demolizione di alcune opere costruite proprio nella zona sottoposta a vincoli archeologici ad opera della Dusty.

Il Comune di Catania, dopo le denunce di alcune associazioni ambientaliste e dopo un “atto ispettivo” del consigliere M5S Graziano Bonaccorsi, aveva già fermato temporaneamente il cantiere e adesso arriva anche l’ingiunzione di demolire alcune “opere difformi”.

Nello specifico si dovrà demolire “una copertura già realizzata con tipo-morfologico diverso da quello dichiarato nei titoli abilitativi cogenti, ovvero da tetto a padiglione a tetto a capanna (due falde); di strutture portanti della copertura già realizzate in difformità, ovvero, da legno lamellare ad acciaio e pannelli in termocopertura”.

x