« Torna indietro

Continua il percorso condiviso con i lavoratori Liberty Magona. Dopo l’incontro delle Segreterie Provinciali Fim-Fiom-Uilm con il Sindaco di Piombino, oggi si terrà l’incontro con il Prefetto, con un presidio sotto la Prefettura, ed in serata l’incontro da noi richiesto con il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.
Per Claudio Bartolommei della Segreteria Uilm Piombino Livorno e Coordinatore Rsu Uilm : “Non accettiamo di essere vittime delle scelte finanziarie delle multinazionali, la Magona è uno stabilimento che ha mercato, competenze ed è in grado di produrre utili. Il brand Magona è conosciuto ed apprezzato ovunque.
Il gruppo Liberty decida rapidamente cosa vuole fare. Vogliamo la garanzia di una stabile continuità produttiva. Se invece non è in grado di farci lavorare come sappiamo, si attivi per cedere la proprietà ai gruppi che hanno manifestato il proprio interesse per lo stabilimento piombinese. Il Governo italiano non può restare inerte a guardare, lasciando inascoltata la richiesta di convocazione urgente fatta dai tre Segretari Generali di Fim-Fiom-Uilm. Se non ci convocherà a breve, saranno i lavoratori ad autoconvocarsi a Roma sotto il Mise.

Alle 17 di Giovedì si terrà un’assemblea nel piazzale Magona e chiediamo a tutti i lavoratori di essere presenti per condividere il prossimo percorso da mettere in campo per il proprio futuro.” Giovedì pomeriggio intanto si terrà un incontro con Renaud Moretti (Amministratore delegato di Liberty Downstream Synergies, responsabile della gestione degli stabilimenti Magona, Liberty Liège e Dudelange), da cui pretenderemo garanzie sull’immediata continuità produttiva del sito e vogliamo conoscere quali sono le reali intenzioni del Gruppo Liberty per la Magona.

x