« Torna indietro

CHIOGGIA, NUOVO PIANO PROGRAMMA DI LEGGE SPECIALE. «OBIETTIVO VALORIZZARE IL CENTRO STORICO»

17.6.2021 – Nel corso delle commissioni consiliari dei giorni scorsi, in vista dei prossimi consigli comunali (di oggi ore 15.30, trasmesso alla pagina: http://www.digital4democracy.com/seduteonline/chioggia/ e della prossima settimana), si è discusso in merito ai provvedimenti per utilizzare i finanziamenti relativi alla Legge Speciale, al fine di approvarne il nuovo piano programma ed adeguare il programma triennale delle opere pubbliche 2021-2023.

«Sta proseguendo l’attività dell’amministrazione per utilizzare i fondi della Legge Speciale, risorse fin qui assegnate nel corso dei vari Comitatoni svoltisi negli anni – spiega il sindaco Alessandro Ferro – 5,6 milioni per il 2020 e altri 5,6 milioni per il 2021 non sono ancora pervenuti nelle casse comunali, ma, ciò nonostante, quest’anno sono utilizzabili 34 milioni di euro. Abbiamo un elenco di opere già avviate, alcune che hanno raggiunto un livello di progettazione idoneo per l’inserimento nel programma triennale delle opere pubbliche, altre sono indicazioni dell’amministrazione, di cui è finanziabile, con il 2% della somma stanziata, lo studio e la progettazione. L’elenco complessivo del piano programma della Legge speciale si compone di importanti interventi, tra cui: adeguamento di ponti, strade (quarto lotto di 1 milione e mezzo), piscina comunale, primo lotto del Lungomare, pavimentazione in Fondamenta Lusenzo e interventi per la salvaguardia del centro storico: dal bando per le attività produttive del centro ad agevolazioni per i giovani per l’acquisto della prima casa».  

Per adeguare il piano programma della Legge Speciale 2021, si rende necessario attuare delle variazioni al bilancio di previsione finanziario 2021/2023, per modificare le entrate e gli impegni delle uscite. «Andiamo ad applicare un avanzo vincolato derivante dal capitolo della Legge Speciale per un valore di 16 milioni di euro – spiega l’assessore al Bilancio Daniele Stecco – che poi verrà destinato per lo stanziamento per alcune progettualità, come: interventi nelle scuole (2 milioni e 500 mila euro); bandi per acquisto prima casa (500 mila euro); interventi adeguamento tecnologico infrastrutture, per il programma di acquisto di beni e servizi (1 milione e 864 mila euro); circa 5 milioni e mezzo per la sistemazione ponti (Saloni; Cavanis; sul canale Novissimo in via Montalbano a Valli) e il risanamento strutturale dei ponti: Madonna Marina detto ponte della Fossetta; del ponte grande sul canale Fossetta carreggiate nord e sud; del cavalcavia Borgo San Giovanni carreggiate nord e sud; del cavalcaferrovia Val da Rio carreggiate nord e sud; rinforzo strutturale del ponte delle Trezze. Inoltre, riqualificazione ambientale del lungomare di Sottomarina, primo lotto (2 milioni e 746 mila euro) e nuovi loculi e ossari ai cimiteri di Sant’Anna, Chioggia e Sottomarina (427 mila euro)».

«L’indirizzo di questo piano programma riguarda tante opere attese dalla cittadinanza – aggiunge il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Marco Veronese – un indirizzo fondamentale che ha voluto dare l’amministrazione va verso la riqualificazione e anche il ripopolamento del centro storico: ad esempio, abbiamo voluto stanziare 950 mila euro per l’acquisto di immobili in centro storico per emergenza abitativa. Inoltre, attenzione anche per il restauro di palazzi come Monte di Pietà, la Loggia dei Bandi e Palazzo Ravagnan, per il futuro museo del calcio. Non dimentichiamo che con il programma di acquisto di beni e servizi è compresa l’aggiunta di telecamere per le aree ad oggi sguarnite del centro storico e un nuovo sistema di sirene per l’acqua alta, che si diversifichi quando il sistema Mose è attivo, come richiesto anche dal Commissario».

x