« Torna indietro

Incredibile a San Giovanni a Teduccio, aggredisce i dipendenti della Croce Rossa e ruba un’ambulanza

L’obiettivo era soccorrere un congiunto colpito da crisi epilettica.

Ennesimo grave episodio di violenza nei confronti del personale sanitario denunciato dall’organizzazione “Nessuno tocchi Ippocrate”.

Secondo le prime ricostruzioni alcune persone sarebbero entrate nell’autoparco 118 della Croce Rossa Italiana a San Giovanni a Teduccio per sollecitare una richiesta di intervento in via Marina per una crisi epilettica.

Il capoturno ha risposto che non c’era personale disponibile, ma solo i mezzi. A questo punto un uomo, entrato negli uffici, ha iniziato ad inveire contro il personale con minacce e percosse. Un dipendente della Croce Rossa è quindi stato costretto a consegnare le chiavi dell’ambulanza.

I ladri dell’ambulanza si sono quindi lanciati a folle velocità sul luogo dove la persona congiunta era stata colta da malore. In realtà sul posto c’erano già due ambulanze, inviate dalla centrale operativa per soccorrere il paziente in crisi epilettica.

A quel punto, compresa l’inutilità del gesto, gli aggressori hanno abbandonato l’ambulanza nei pressi di via Marina. Oltre alla pericolosità del gesto, è opportuno sottolinearne anche la gravità. In quel momento è infatti stata sottratta al personale del 118 un’ambulanza che poteva servire a qualcun altro, magari per salvare una vita umana.

Tali persone, grazie alle telecamera di videosorveglianza, sono state identificate dalle forze dell’ordine e denunciati. Il responsabile del raid presso l’autoparco della Croce Rossa è invece stato arrestato.

Manuel Ruggiero, presidente NTI, lancia l’ennesimo grido d’allarme: “C’è sempre un fondo più profondo da toccare, ed oggi lo abbiamo fatto, siamo stanchi, siamo esausti, siamo impauriti! C’è ancora un forte ritardo nella installazione delle telecamere che potrebbero prevenire questi eventi! Chiediamo tutela al governo centrale e alla regione!”.

x