« Torna indietro

Omegna, niente servizio ambulanza medicalizzata: il sindaco chiede il ripristino

Ritenendo gravissima la sospensione diurna, presso il Comune di Omegna, del servizio di ambulanza medicalizzata, il Sindaco Paolo Marchioni ha inviato una lettera all’Assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Luigi Genesio Icardi, e al Direttore del Dipartimento 118 della Regione Piemonte, Mario Raviolo, chiedendo il ripristino immediato di un servizio considerato irrinunciabile.

In qualità anche di Presidente del Comitato Sindaci Distretto del Cusio, il Sindaco Marchioni ha infatti sottolineato la forte limitazione che pesa sul Comune di Omegna, in merito alla momentanea sospensione delle attività del Punto di Primo Intervento presso l’area medica del COQ dichiarando insostenibile la rinuncia anche di una ambulanza con la presenza a bordo, 24 ore su 24, di un medico dell’Emergenza Territoriale 118.

Come sottolineato nella lettera inviata, la morfologia e l’estensione del territorio del Cusio, che si snoda dalla Valle Strona e le Quarne fino alla sponda orientale del lago d’Orta, ne impongono la presenza che non può essere ovviata, proprio per questioni di distanza, dal servizio attualmente attivo dal Comune di Gravellona Toce.

Non da ultimo, è stata ricordata ai destinatari della missiva l’importante e attesa riapertura di numerose strutture ricettivo-turistiche per le quali sarà fondamentale poter garantire la presenza di una medicalizzata in grado di intervenire anche nel caso delle emergenze più gravi.

Ora la risposta sta ai vertici regionali e del Dipartimento 118 afferente al Piemonte.

Leggi anche: PIEMONTE, RICHIAMI ASTRAZENECA: IN SOSTITUZIONE 23MILA DOSI PFIZER E MODERNA

x