« Torna indietro

Alga tossica a Palermo – Il rapporto di Arpa Sicilia

L’alga tossica torna a rovinare l’estate dei Palermitani. nel lungomare del capoluogo siciliano infatti, l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) ha rilevato valori oltre i limiti nazionali per la presenza di alga tossica. Nel monitoraggio eseguito Lunedì 28 Giugno sono state rilevate 48.480 cellule tossiche per litro d’acqua, oltre 10.000 in più del limite consentito per la balneazione.

L’alga tossica (Ostreopsis ovata) torna a rovinare l’estate dei Palermitani. nel lungomare del capoluogo siciliano infatti, l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) ha rilevato valori oltre i limiti nazionali per la presenza di alga tossica. Nel monitoraggio eseguito Lunedì 28 Giugno sono state rilevate 48.480 cellule tossiche per litro d’acqua, oltre 10.000 in più del limite consentito per la balneazione.

“Quando si verifica la fioritura dell’alga nei mesi più caldi, le acque in superficie possono presentare colorazioni anomale e talvolta chiazze schiumose biancastre e in alcuni casi si possono verificare morie di pesci. – si legge sul sito ufficiale di Arpa Sicilia – L’alga non è visibile ad occhio nudo, cresce su substrato roccioso e sulle macroalghe. In presenza delle fioriture e di condizioni meteo-marine che favoriscono la formazione di aerosol marino si possono presentare episodi di malessere nei bagnanti o nelle persone che stazionano lungo il litorale. La sintomatologia riscontrata è simil-influenzale e colpisce prevalentemente i soggetti predisposti quali gli allergici e gli asmatici.Questi effetti sono dovuti all’azione di una tossina a volte prodotta da Ostreopsis e veicolata dall’aerosol marino”.

Fonte: Ansa.

x