« Torna indietro

Grido d’allarme di Di Falco: “Pronto Soccorso e Ginecologia del Guzzardi di Vittoria in gravi difficoltà”

“In meno di dodici ora ricevo una sfilza di segnalazioni di inefficienze e di gravi disagi che si stanno verificando all’ospedale Guzzardi di Vittoria. A partire da segnalazioni di gravissimi disservizi al Pronto Soccorso”. Lo dice Salvatore Di Falco, candidato a sindaco di Vittoria, sostenuto dalle liste civiche “Di Falco Sindaco”, “Vittoria Unita” e “In Movimento per Vittoria e Scoglitti”.

“Ore di attesa interminabili – continua il candidato sindaco – con il povero personale medico ed infermieristico che non sa più come gestire le continue richieste di interventi e col rischio persino di dovere scartare le patologie che di primo acchito sembrano lievi ed invece poi potrebbero rivelarsi più importanti e gravi per il paziente. Tutto questo in un contesto come quello del Pronto Soccorso del Guzzardi in cui, come tutti i reparti di pronto intervento, debbono anche avere a che fare con i parenti giustamente preoccupati delle sorti dei loro congiunti e certamente in stato di giustificato nervosismo. Ma la notizia che mi lascia anche di più preoccupato – continua Di Falco-  è apprendere come il reparto di ostetricia e ginecologia diretto molto bene dal dottor Antonio Schifano, pare abbia una carenza di personale medico che rischia nelle prossime settimane di aggravarsi ancora di più. Mi giungono notizie che praticamente questo reparto che ha raggiunto livelli più che ottimali di efficienza e di qualità del servizio non riesce a fare interventi operatori di elezione limitandosi solo a quelli urgenti e basta. Un reparto che ha raggiunto un’ottima riconoscibilità nel comprensorio per quanto riguarda l’attività operatoria e ginecologica, sembrerebbe rischiare la paralisi.”

“Lancio quindi l’allarme alla dirigenza ospedaliera di dare urgentemente risposte concrete a questi disagi che sono prima dell’utenza ospedaliera e poi del personale sanitario tutto. Non è possibile che la sanità mostri carenze strutturali su ambiti ospedalieri in cui storicamente sarebbe dovuta intervenire per tempo e con una giusta ed intelligente programmazione. Qualcuno deve spiegare ai vittoriesi, agli acatesi, agli scoglittiesi, ai comisani perchè per esempio il Pronto Soccorso di Vittoria svolge le proprie prestazioni in numero uguale a quelli di Ragusa e Modica messi insieme ma con molto personale in meno di questi centri. Qualcuno dovrà spiegare come mai il reparto di ginecologia che aveva raggiunto livelli prestazionali sia di ostetricia che di ginecologia ottimali oggi non riesce ad essere all’altezza della sua fama. Ed anche qui la deputazione iblea sta vergognosamente in silenzio. Chiedo ufficialmente – conclude Salvatore Di Falco- che la direzione ASP inviti tutti e quattro i candidati a sindaco di questa città a venire a verificare di presenza lo stato dell’Ospedale Guzzardi di Vittoria. La sanità del nostro territorio e la salute dei nostri concittadini non possono avere posizioni di parte. Chi le avrà sarà solo un irresponsabile”.

x