« Torna indietro

Beach soccer, dal 9 luglio Genova di nuovo protagonista nella serie a di calcio sulla sabbia

Il club di San Giorgio, formato solo da atleti genovesi, è alla sua seconda presenza consecutiva nella massima serie nazionale. Con un occhio particolare ai più giovani

La Genova Beach Soccer torna protagonista con il calcio giocato sulla sabbia delle principali spiagge italiane. I colori biancorossi e la croce di San Giorgio, simbolo del capoluogo ligure, campeggeranno sulla divisa dei 18 giocatori che porteranno il nome della Città a Cirò Marina (Crotone) e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) dove in due tappe, dal 9 all’11 luglio e dal 21 al 25 luglio, si giocherà il campionato nazionale di Serie A.

La nuova stagione agonistica, la seconda di fila nella massima serie per la Genova Beach Soccer, è stata presentata questa mattina durante una conferenza stampa alla presenza, tra gli altri, del sindaco di Genova Marco Bucci, del presidente del Consiglio comunale Federico Bertorello, del consigliere delegato allo sport Stefano Anzalone e dell’assessore allo sviluppo economico e turistico e al marketing territoriale Laura Gaggero.

Quest’anno la Genova Beach Soccer giocherà la sua prima partita venerdì 9 luglio alle ore 10.30 contro i siciliani del Naxos. Quindi, tra Cirò Marina e San Benedetto del Tronto, le sfide contro Romagna, Petrarca Cagliari, Milano, Nettuno, Seatram Chiavari e Vastese. Il club genovese proverà a migliorare il quarto posto nella Poule Promozione della stagione 2019, l’ultima a essersi disputata prima dello stop del 2020 imposto dalla pandemia.

Formula del torneo

Come nel 2019, anche quest’anno la Serie A è suddivisa in due gironi, Poule Scudetto e Poule Promozione. Della prima fanno parte le nove squadre più forti del ranking nazionale, con altre otto squadre, tra cui la Genova Beach Soccer, a far parte della seconda Poule.

L’ultimo classificato della Poule Scudetto retrocede nella Poule Promozione, lasciando il proprio slot alla vincitrice di quest’ultima (che si qualifica alla Final Eight in programma a Lignano Sabbiadoro dal 6 all’8 agosto), mentre la penultima classificata si gioca con la seconda piazzata della Poule Promozione la possibilità di rimanere nella Poule Scudetto.

Rosa e organigramma

Per quanto riguarda l’organigramma di quest’anno della Genova Beach Soccer, si registrano diverse novità, a partire dal ritorno sulla panchina della squadra di una vecchia conoscenza come Salvatore Mango e la promozione a direttore generale di Paolo Covotta.

La rosa è composta da: Alessandro Giovinazzo, Andrea Raso, Marco Fassone, Marco Napello, Marco Cappannelli, Michael Volpe, Niccolò Rossetti, Daniele Brema, Luca Malinconico, Mirko Grilli, Fabio Oliviero, Simone Brunelli, Davide Alesso, Francesco Bruzzone, Alessandro Revello, Roman Stefanzl, Simone Romei, Lorenzo Stralla: in tutto 18 giocatori, tutti della provincia di Genova (di cui 15 genovesi e tre di Camogli), che fanno della Genova Beach Soccer l’unico club italiano di Serie A ad avere solo atleti autoctoni.

Storia e attività del club

Fondata nel 2013 da Niccolò Rossetti, Mattia Memoli e Francesco Maisano, attuali presidente-giocatore, vicepresidente e direttore sportivo del club, oltre a Cristiano Rossetti, la Genova Beach Soccer ha sempre avuto la prerogativa di dare visibilità a Genova e alla Liguria, creando eventi e manifestazioni socio-sportive sulle coste comunali e regionali al fine di coinvolgere gruppi eterogenei di persone, con un occhio particolare ai più giovani.

Dopo aver partecipato fino al 2015 al Super 8 Beach Soccer Tournament ed essere entrata a far parte, nel biennio 2016-2017, della Lega Nazionale Dilettanti-Dipartimento Beach Soccer, nel 2018 i biancorossi si sono iscritti per la prima volta alla Serie B nazionale, conquistando al primo colpo la promozione in massima serie. Nel 2019 la prima storica partecipazione alla Poule Promozione della Serie A, con un eccellente quarto posto finale.

Oltre all’attività più propriamente agonistica, la Genova Beach Soccer organizza dal 2014 la Liguria Beach Soccer Cup, un torneo regionale di calcio su sabbia che raduna ogni estate più di 400 atleti. Dal 2017, invece, spazio anche al settore giovanile con il Memorial “Graziano e Antonella Giovinazzo” che vede la partecipazione di ragazzi dai 18 anni in giù. Entrambe le manifestazioni si svolgono presso la Valle Scrivia Beach Arena di Busalla, dove la Genova Beach Soccer ha la sua sede e disputa allenamenti e tornei regionali.

Storia e principali regole del Beach Soccer

Il Beach Soccer è un derivato del calcio che si pratica sulla sabbia. Istituzionalizzato nel 1992 con la fondazione del Beach Soccer Worldwide, si gioca a piedi nudi, 5 contro 5, in tre tempi da 12 minuti ciascuno, con 3 minuti di intervallo tra un tempo e l’altro. In caso di parità si giocano tempi supplementari di 3 minuti con golden gol ed, eventualmente, i rigori. Il rettangolo di gioco è lungo 40 metri e largo 30 e le linee laterali sono segnate col nastro.

«Genova sta traguardando risultati importanti in tante discipline sportive – dichiara il sindaco di Genova Marco Bucci – e negli ultimi mesi ci siamo tolti parecchie soddisfazioni. Siamo convinti che sarà così anche nel Beach Soccer: ringrazio la società per l’impegno che ha profuso in questi anni per la creazione di una realtà consolidata come quella del Genova Beach Soccer. Il mio “in bocca al lupo” va alla squadra perché sappia tenere alti i colori della città che rappresenta. I genovesi tutti tiferanno con simpatia per questi ragazzi che conto di riavere con noi a fine torneo per festeggiare qualcosa di molto importante! Forza Genova!»

«Tanta passione e tanta voglia di fare bene per questi ragazzi che porteranno il nome di Genova nelle principali spiagge italiane – spiega il presidente del Consiglio comunale Federico Bertorello –. Sono felice di condividere questa passione e questo entusiasmo con loro perché meritano davvero tanto successo. Questa squadra è un orgoglio per la nostra città».

«In pochi anni la Genova Beach Soccer – commenta il consigliere delegato allo sport Stefano Anzalone – ha saputo imporsi come una delle realtà più importanti del calcio sulla sabbia a livello nazionale. Merito dello straordinario lavoro svolto dalla società, con una dirigenza e una rosa integramente genovesi. Il Beach Soccer è uno sport in crescita, in termini di pubblico e di visibilità mediatica, e può diventare un grande volano per la città».

«Turismo e sport sono da sempre un’accoppiata vincente per la promozione del territorio – sottolinea l’assessore allo sviluppo economico e turistico e al marketing territoriale Laura Gaggero – Anche quest’anno, Genova e i nostri atleti del club di San Giorgio saranno protagonisti del campionato di Beach Soccer ai massimi livelli: un’ottima occasione per promuovere la nostra città in giro per l’Italia. E quindi, forza ragazzi!»

x