« Torna indietro

La Giunta approva la formazione delle sezioni delle scuole XXV Aprile, Ca’ Bianca e del nido Draghetto

30.6.2021 – La Giunta comunale riunitasi ieri in web conference ha approvato, su proposta dell’assessore Laura Besio la delibera con la quale si approva la formazione delle sezioni delle scuole dell’Infanzia “XXV Aprile” e “Ca’ Bianca” e dell’asilo nido “Draghetto” per l’avvio dell’anno scolastico 2021-2022.

“Nello specifico – spiega l’assessore Besio – al fine di dare un servizio sempre più efficiente alle famiglie e con l’obiettivo di andare incontro alle loro esigenze, si è deciso, per queste tre realtà di assumere decisioni in deroga a quanto stabiliscono i regolamenti al fine di tutelare l’attuale numero di sezioni e le peculiarità didattico-educativa e territoriale delle scuole interessate. Così, alla scuola dell’infanzia “XXV Aprile” alla Giudecca, vista la vicinanza al carcere femminile, si è deciso di mantenere aperta la scuola nonostante siano solo 9 i bambini iscritti per il prossimo anno scolastico a fronte dei 15 necessari.

Per quanto riguarda la scuola Ca’ Bianca al Lido ad oggi ci sono 70 bambini iscritti all’anno scolastico 2021/2022, di cui uno con disabilità. Attualmente la scuola è formata da 4 sezioni e si è deciso di non ridurle a tre visto, anche negli scorsi anni, si è verificato un costante incremento di iscrizioni nel corso dei mesi. Infine, con la stessa delibera si è deciso di garantire la continuità didattica ai bambini che hanno optato per l’iscrizione all’asilo nido “Draghetto” e che provengono da tutte e tre le ex sezioni dell’asilo nido “Millecolori”. In particolare la delibera assegna un’educatrice per ogni ex sezione, nel numero di tre, anche oltre il rapporto numerico previsto dall’art. 10 del vigente ‘Regolamento per il personale educatore e docente dei nidi e scuole dell’infanzia’.

Amministriamo con i “fatti” e anche con questa delibera – continua Besio –  dimostriamo che abbiamo anteposto l’interesse delle singole realtà ad un mero conteggio numerico. Il caso limite della scuola dell’infanzia XXV aprile ne è un esempio. Qui ci sono quasi più bambini di personale, eppure scegliamo di mantenerla in vita per valorizzare la realtà della Giudecca, dove peraltro sorge anche il carcere femminile, per cui è importante mantenere attivi i presidi e i servizi. Stessa situazione per la scuola dell’infanzia Ca’ Bianca che con le iscrizioni attuali dovrebbe essere ridimensionata nel numero di sezioni, ma scegliamo responsabilmente di lasciare inalterata per accogliere eventuali eccedenze nel quadro completo del Lido in cui tutte le altre scuole hanno ricettività piena.

Ancor più significativo quanto sta accadendo in merito alla questione asilo nido “Millecolori” e “Draghetto”. Sul progetto sperimentale del nuovo nido “Millecolori” i dati che oggi ufficializziamo mostrano sotto una luce completamente diversa le polemiche e le proteste alle quali abbiamo assistito nei mesi scorsi. I numeri parlano chiaro: su 21 bambini a cui abbiamo offerto l’alternativa del limitrofo nido “Draghetto” 6 hanno optato per lo spostamento. In altre parole: ben 15 hanno scelto di frequentare il nuovo “Millecolori” improntato all’apprendimento dell’inglese, di contesti multimodali e interattivi e flessibile dal punto di vista dell’orario. Dimostriamo con i fatti, non scontati né dovuti, che l’unico vero intento che muove l’Amministrazione è l’arricchimento e la diversificazione della proposta formativa 0-3 nel Comune. Basta strumentalizzazioni, basta creare panico alle famiglie”.

x